Condannato ai domiciliari, la madre si rifiuta di accoglierlo: finisce in carcere

I fatti risalgono all'ottobre del 2010. Il 39enne, esperto in truffe on-line, in occasione del concerto di Vasco Rossi che si svolse il 18 ottobre di quell'anno al "Mandela forum" di Firenze

Deve scontare 4 mesi di reclusione dopo una sentenza di condanna definitiva per truffa. Ma la madre non lo vuole a casa e così i Carabinieri lo hanno portato in carcere. E’ quanto accaduto ad un 39enne di Senigallia, noto alle forze dell’ordine locali e colpito da un provvedimento di carcerazione emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Brescia. 

I fatti risalgono all’ottobre del 2010. Il 39enne, esperto in truffe on–line, in occasione del concerto di Vasco Rossi che si svolse il 18 ottobre di quell’anno al “Mandela forum” di Firenze, pose falsamente in vendita on line alcuni ticket. Indusse in errore un giovane residente a Montichiari in provincia di Brescia, che lo contattò per acquistare 4 biglietti. Ma il senigalliese parì dopo aver intascato il prezzo dei biglietti: 240 euro tramite bonifico su PostaPay. Il telefono con cui aveva condotto la trattativa smise di funzionare subito dopo. I biglietti non arrivarono mai a destinazione e il giovane bresciano, dopo aver capito che si trattava di una bufala e non aver partecipato al concerto, ha denunciato tutto alle autorità. Oggi è arrivata la sentenza che indicava ai Carabinieri della stazione di Senigallia di accompagnare il ragazzo a casa della madre, dove risiede, per scontare la pena. Ma inaspettatamente, i militari hanno dovuto affrontare la reazione della madre del condannato, che si è rifiutata di accogliere il figlio in casa. E così l’uomo è stato portato al carcere di Montacuto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento