Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Accumula una serie di pene per violenze allo stadio, deve scontare 4 anni

Nel corso degli anni ha accumulato una serie di pene definitive relative a fatti di violenza in occasione di manifestazioni sportive. Per questo oggi pomeriggio é stato arrestato il 47enne anconetano Alessio Abram

Alessio Abram durante la presentazione di un libro

Nel corso degli anni ha accumulato una serie di pene definitive tutte relative a fatti di violenza in occasione di manifestazioni sportive. Per questo oggi pomeriggio gli agenti di Polizia della Squadra Mobile di Ancona hanno arrestato il 47enne Alessio Abram, il sottufficiale della Marina diventato poi uno storico ultrà dell’Ancona deve scontare 4 anni di pena e per un giorno solo é finito nel carcere di Montacuto. Sì, perché il limite per far sì che un condannato possa comunque evitare il carcere, accedendo alle misure alternative, è proprio di 4 anni esatti.

«Noi ci aspettavamo l’esecuzione della pena da tempo ma per le singole sentenze - ha commentato con amarezza l’avvocato difensore Francesco  Nucera - Purtroppo il calcolo matematico assomma 4 anni. Sarebbe bastato un giorno in meno di condanna o un giorno in più di indulto per evitare il carcere. Ora Alessio non può accedere alla sospensione dell’esecuzione di pena e accedere così ai benefici alternativi, come ad esempio l’affidamento in prova o la semi libertà. Oltretutto non ci risulta essere stata scorporata la custodia cautelare ai domiciliari di 4 mesi sofferta dal mio cliente per i fatti di Sfercia nel 2006, quando un gruppo di tifosi anconetani bloccò il pullman della squadra per contestare i calciatori che giocavano male». Già domani mattina l’avvocato Nucera chiederà le misure alternative, ma soprattutto la continuazione per 3 dei 7 casi di reati contestati. «Il mio cliente ha violato il D.A.S.P.O negli anni 2007, 2008 e 2009». Casi che evidentemente la Polizia ha considerato come 4 blocchi di reato distinti, ma che la difesa considera reati in continuazione tra di loro per cui la pena si rideterminerebbe al ribasso.

Fatto che ora si trova nel carcere di Montacuto Alessio Abram, noto anche per il suo impegno nella militanza politica a fianco dei Centri Sociali e per il suo ruolo di Presidente della Polispostiva antirazzista Assata Shakur. Abram avrebbe accumulato nel corso degli anni 7 condanne definitive per aver partecipato a fatti di violenza avvenuti tra il 2001 e il 2013, in occasione di manifestazioni sportive, tra cui anche violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. E per domani è già stata convocata una conferenza stampa dei Centri Sociali delle Marche per fare il punto su questo fatto di cronaca. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accumula una serie di pene per violenze allo stadio, deve scontare 4 anni

AnconaToday è in caricamento