Falconara: picchiò giovane disabile per un parcheggio, condannato

Ieri dopo 8 anni è arrivata la sentenza di primo grado che condanna uno dei due uomini che picchiarono un giovane dipendente comunale con alcune disabilità dovute ad un grave incidente di alcuni anni prima

Dopo 8 anni la prima sentenza. Condannato  a 4 anni di reclusione uno dei due uomini che nell'agosto del 2005 avevano picchiato un disabile 36enne dipendente del comune di Falconara, dopo una lite per un parcheggio. Un processo che era addirittura iniziato al giudice di pace perchè le prime perizie mediche parlavano di lesioni lievi, che poi sono diventate gravi facendo passare le carte al giudice monocratico. Fino a quando nella scorsa udienza il pm Irene Bilotta non ha fatto valere la perizia del medico legale, che parlava di lesioni gravissime per “ferite non guaribili che hanno provocato malattie insanabili”. E alla fine ieri è arrivata la sentenza del collegio, presieduto dal giudice Paolo Giombetti, che ha stabilito la condanna per l'uomo a 4 anni di carcere, anche se le lesioni alla fine sono state giudicate gravi. Ieri sono saliti sul banco dei testimoni una serie di persone, tra cui l'imputato che si è difeso sostenendo che quella sera non era stato lui ad alzare le mani, e anzi sarebbe sceso dalla macchina per fermare il suo amico.

LA VICENDA. Il fatto risale alla sera del 26 agosto del 2005, quando il 36enne era alla serata karaoke in un locale di Rocca Priora. Se ne stava andando con la sua auto quando si è accorto di essere bloccato da una serie di altre macchine. Secondo la difesa sarebbe stato lui a bloccare altre macchine perchè avrebbe avuto difficoltà ad uscire da un parcheggio. Fatto sta che ad un certo punto, dall'auto dove si trovavano i due imputati, sarebbe sceso quello al volante (già condannato) e avrebbe scaricato una raffica di pugni al dipendente comunale. Sul banco dei teste, il secondo imputato ha detto che il disabile si sarebbe rivolto a loro in maniera ingiuriosa, cosa che avrebbe fatto perdere le staffe all'amico che è sceso e ha aggredito il 36enne falconarese. L'imputato lì, secondo la sua versione, avrebbe solo calmato l'amico e se ne sarebbe andato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non la pensa così la pm Bilotta che ieri, nella sua arringa, ha ricordato come l'imputato fu visto pestare il disabile non solo dalla vittima, ma anche da altri testimoni. Testimoni che, secondo la difesa, non sarebbero stati attendibili perchè vi sarebbero sempre stati rancori tra questi teste e l'imputato. Fatto sta che alla fine i giudici hanno condannato l'uomo a 4 anni, dopo che il pm ne aveva chiesti 7.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Contagio in aula, allarme in una scuola dell'infanzia: scatta la quarantena per i bimbi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento