Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Passo Varano / Strada Provinciale Cameranese

Guanti e mascherine, il concorso per aspiranti infermieri ai tempi del Coronavirus

Si è svolta al PalaPrometeo la prova scritta per selezionare professionisti da assumere subito all'ospedale di Torrette. Ceriscioli: «Adottate tutte le misure di prevenzione»

La selezione per infermieri si è tenuta al PalaPrometeo

Non solo penne e fogli di carta, ma anche mascherine e guanti: è il nuovo equipaggiamento dei concorsi pubblici nell’era del Coronavirus.

Ne hanno fatto uso i circa 700 candidati che questa mattina hanno partecipato alla selezione per infermieri da assumere all’ospedale di Torrette (una novantina subito, nell’ambito della graduatoria a tempo determinato che verrà stilata al termine degli esami). La prova scritta, che si è tenuta al PalaPrometeo in un clima particolare, visto l’allarme del virus cinese, si è svolta senza intoppi: la maggior parte dei presenti (non tutti, non era un obbligo) ha indossato il migliaio di mascherine e di guanti che l’Azienda Ospedali Riuniti aveva messo a disposizione all’ingresso, dopo aver dato il via libera al concorso che era a rischio proprio per l’emergenza sanitaria.

«Era una prova molto importante, soprattutto in questo momento in cui la sanità marchigiana ha necessità di forza lavoro - ha spiegato il governatore regionale Luca Ceriscioli su Facebook -. Ora potremo, in breve tempo, assumere personale da inserire nei reparti dove c’è veramente bisogno. La prova si è tenuta adottando tutte le misure di prevenzione. Ringrazio di cuore gli Ospedali Riuniti di Ancona che hanno profuso il massimo impegno per garantire lo svolgimento del concorso e al contempo la massima sicurezza. Ringrazio tutti i candidati che si sono presentati e hanno osservato le precauzioni previste. Veramente un bel segnale da parte di chi ha partecipato». 

Ordinanza più chiara. No a teatri e cinema, sì a palestre e matrimoni: tutti i dettagli

Altri 2 tamponi positivi, nelle Marche i casi di Coronavirsu salgono a 3

Precauzioni sì, ma paura no: la vita degli anconetani a Milano al tempo del Coronavirus

Il caso del marchigiano in viaggio con il ristoratore di Rimini 

Chiese svuotate, abolito il segno della pace

Il Coronavirus ferma l'Anconitana 

Scontro tra Premier Conte e governo regionale marchigiano

Positivo al test per Coronavirus, primo caso nelle Marche

Ceriscioli firma l'ordinanza e blinda le Marche

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guanti e mascherine, il concorso per aspiranti infermieri ai tempi del Coronavirus

AnconaToday è in caricamento