Cronaca

Scuole: grande successo per “Muse per la città”

Nove giorni di spettacolo a cui hanno partecipato 8 Istituti Comprensivi, per 568 studenti-attori in scena e più di 1000 spettatori in sala ad ogni replica per gli appuntamenti alle Muse

L'istituto comprensivo Novelli durante la kermesse

La II edizione della Rassegna “Muse per la città” si è conclusa con un incredibile successo di pubblico e partecipanti: con 9 giorni di spettacolo a cui hanno partecipato 8 Istituti Comprensivi, per 568 studenti-attori in scena e più di 1000 spettatori in sala ad ogni replica per gli appuntamenti alle Muse, e 3 laboratori -incontro e gli spettacoli legati ai 3 percorsi sociali con i registi Luciano Colavero, Lorenzo Bastianelli, Simone Guerro .
Muse per città ha visto in un’unica Rassegna i lavori dei cinque progetti che hanno ricevuto un ampio ed entusiasmante consenso.

 I progetti dedicati alle scuole sono stati 2: Mozart a scuola e Tutti i suoni della città: Le scuole che hanno aderito al progetto Mozart a scuola sono: Istituto Comprensivo Posatora – Piano ovest - Scuola Primaria Elia, l’Istituto Comprensivo Pinocchio- Montesicuro - Scuola dell’Infanzia “Manzotti”, Istituto d’ Istruzione Superiore Savoia- Benincasa.

Le scuole che hanno aderito al progetto Tutti i suoni della città sono: Istituto Comprensivo Augusto Scocchera – Scuola Primaria Pietralacroce, Istituto Comprensivo Armando Novelli -  Scuola Primaria Faiani in collaborazione con la sezione musicale della scuola secondaria Giacomo Leopardi,  Istituto Comprensivo Grazie Tavernelle–Scuola Secondaria di I grado Marconi, Istituto d’ Istruzione Superiore Tecnico Industriale Volterra- Elia, Istituto d’Istruzione Superiore Paritario L. Caggiari-Liceo Scientifico ITAS.

Gli altri percorsi hanno visto in scena lo spettacolo Xenophobia con la Compagnia Babel theatre e la regia di Lorenzo Bastianelli in collaborazione con il Centro di Salute Mentale ASUR Marche, Area vasta 2, Mozart e Salieri, frutto del laboratorio tenuto in carcere dal regista Luciano Colavero e la proiezione di Cesare deve morire dei fratelli Taviani, S.M.A.R.T, conversazione sul laboratorio teatrale dedicato alla disabilità con il regista Simone Guerro in collaborazione con U.O. Disabili – Servizi sociali educativi Comune di Ancona.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole: grande successo per “Muse per la città”

AnconaToday è in caricamento