menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gap retributivo, sit-in dei Vigili del Fuoco: «Vogliamo parità di trattamento»

La protesta, che avverrà in contemporanea in tutte le province d’ Italia ha l’obiettivo di sensibilizzare il governo in vista dell’approvazione del decreto di riforma del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

«Non chiediamo privilegi, solo parità di trattamento con gli altri corpi». Sit-in dei vigili del fuoco del Conapo, davanti alla Prefettura di Ancona. La protesta, che avverrà in contemporanea in tutte le province d’ Italia ha l’obiettivo di sensibilizzare il governo in vista dell’approvazione del decreto di riforma del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco prevista nei prossimi giorni.

Il sindacato ha chiesto di essere ricevuto in Prefettura per consegnare al rappresentante del governo sul territorio le richieste per il premier Gentiloni e per i ministri Minniti e Madia di stanziare maggiori fondi per risolvere la grave disparità di trattamento oggi esistente con gli altri corpi, che oggi ammonta a 300 euro nette mensili con punte di 600/700 per i gradi più alti. La protesta si unisce a quella in atto a Roma da Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo, che da otto giorni è impegnato in un sciopero della fame. Tanti i presenti in piazza del Plebiscito, che hanno indossato al braccio una fascia tricolore, per mostrare solidarietà proprio al segretario generale, che proseguirà il suo sciopero della fame fino all'approvazione del decreto.

«I Vigili del Fuoco - afferma il sindacato - soffrono di una grave sperequazione retributiva rispetto alla Polizia di Stato, pur facendo parte entrambi dello stesso Ministero dell’Interno. Disparità di trattamento che ammonta a circa 300 euro nette di media per il vigile del fuoco con 17 anni di servizio, ma raddoppia e triplica salendo di grado e di anzianità di servizio. Le principali differenze si riscontrano nella voce retributiva “assegno funzionale” erogato al tutte le forze di polizia e armate ma non ai vigili del fuoco».  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento