Riduzione rifiuti: Monsano e Camerano i più “ricicloni”

Premiate le migliori esperienze marchigiane di riduzione nella produzione dei rifiuti: bene anche Ikea e Faam. Donati: la prevenzione è l'obiettivo

Nell’ambito della seconda edizione di “Comuni ricicloni” sono state premiate le migliori esperienze marchigiane di riduzione nella produzione dei rifiuti.
I dieci soggetti che hanno presentato le esperienze più significative hanno ricevuto dalle mani dell’assessore regionale all’Ambiente, Sandro Donati, una targa di riconoscimento.
I premiati sono la Faam, il Consorzio di solidarietà, l’Ikea, i Comuni di Monsano e Camerano, la direzione didattica del 3° circolo di San Benedetto del Tronto, l’Istituto comprensivo “Pirandello” di Pesaro, il circolo didattico Fano-San Lazzaro, la Picenambiente e  l’associazione “Il Ponte”.

“Nelle Marche – ha detto Donati - il trend crescente di raccolta differenziata e quello decrescente della produzione pro-capite sono sintomatici di una cultura che sta permeando le nostre comunità e sta dando risultati molto positivi. Produrre meno rifiuti, recuperarne di più, gestirli come risorsa sono obiettivi che devono, in ogni occasione, essere al centro delle politiche ambientali.

“La prevenzione - ha proseguito l’assessore - nella produzione dei rifiuti è l’obiettivo che definisce ogni altra strategia di gestione dei rifiuti. Ciò è fissato a livello europeo e ripreso sia dalle leggi nazionali che da quelle regionali. Inoltre, la prevenzione è l’azione che maggiormente garantisce la sostenibilità delle attività economiche in termini di prelievo delle risorse naturali e di restituzione all’ambiente in forma degradata: il rifiuto non prodotto non necessita di essere raccolto, trasportato, gestito e smaltito. A fronte di questa riconosciuta priorità non si sono però riscontrati significativi e diffusi risultati sul territorio dell’Unione”.
“La produzione dei rifiuti – ha concluso Donati - è un fattore che deve essere governato con il coraggio di una politica orientata alla sostenibilità e alla necessità di scelte coraggiose e concrete per un comune futuro possibile. La prevenzione ne è parte fondamentale”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento