rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Caos parcheggi al Salesi, la protesta dei dipendenti: «Migliaia di multe, così non si va avanti»

I lavoratori dell'ospedale pediatrico anconetano si sono riuniti in un presidio di protesta sotto il Comune. Il sindaco Mancinelli: «L'incontro dovete chiederlo all'Azienda»

Sos parcheggi: i dipendenti dell'ospedale pediatrico Salesi questa mattina si sono riuniti davanti al Comune di Ancona per manifestare il loro dissenso a fronte dei problemi quotidiani di ricerca del parcheggio. Pochi titoli di sosta (grattini), multe sempre più frequenti e scarsità di posti auto. Sarebbero questi i nodi che si cingono intorno alla tematica. Sul marciapiede di Largo XXIV Maggio stamattina è sceso anche il sindaco Valeria Mancinelli che ha spiegato ai manifestanti. «Come amministrazione comunale abbiamo fatto diversi incontri con l’azienda ospedaliera e la Rsu dell’Azienda non solo parlando ma verificando quello che già da anni c’è come strumento per affrontare il tema che loro pongono, ossia la disponibilità di grattini. Siamo entrati nel merito con una serie innumerevole di incontri con l’Azienda Ospedaliera. Quest’ultima ha detto che, sulla base dell’accordo tra Enti, è l’Azienda che si rapporta con la Rsu. Per rispetto dei rapporti noi come Comune non ci siamo frapposti. Dunque l’incontro da chiedere non è con noi ma con l’azienda. Non abbiamo niente da nascondere e ho risposto che se l’Azienda è disposta noi non abbiamo problemi a fare un incontro a tre. E’ una tempesta in un bicchier d’acqua. Non ho problemi a dire come stanno le cose. Detto questo non vogliamo creare problemi tra l’azienda pubblica e la rappresentanza sindacale. Se c’è disponibilità dell’incontro non abbiamo difficoltà di dialogo, torno a ripeterlo».

Caos parcheggi al Salesi, il sit in: immagini

Dal canto loro i rappresentanti della Rsu chiedono una soluzione tempestiva e chiara. «Vorremmo avere una sorta di implementazione delle linee degli autobus – dice Laura Cesari responsabile Rsu – oppure un abbonamento speculare a quello dei residenti». Proseguono: «L’azienda ci ha sempre detto che applicava la determina del Comune. Domani chiederemo se è disponibile a quest’incontro visto che sulla carta non ha dato la disponibilità. La Rsu vuole fare un discorso a 360 gradi che va dal numero dei parcheggi, alla possibilità di abbonamento, aumento delle linee fino alla modifica dell’organizzazione del lavoro. Non è pensabile che un dipendente debba lasciare un’urgenza per andare a pagare il parcheggio. In questo momento la flessibilità dei dipendenti non è fine a se stessa, ma è fine a garantire l’assistenza. Se il dipendente h12 deve essere rigido ce lo dicano. Così andiamo a verificare. Abbiamo un problema reale che, a fronte di personale non sostituito, ci sono persone che fanno 15 pronte disponibilità. Abbiamo in questo momento un Covid che non è scomparso, una diminuzione delle linee e, difronte a questo, non possiamo accettare che il dipendente sia massacrato da questa situazione». I dipendenti spiegano che in totale, dal 1 di giugno, tutti e 650 i lavoratori «almeno una volta hanno ricevuto una multa». Si parlerebbe quindi di migliaia di sanzioni e centinaia di euro sborsati per andare a lavorare. 

Il sit-in davanti al Comune

Il sindaco al presidio | VIDEO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos parcheggi al Salesi, la protesta dei dipendenti: «Migliaia di multe, così non si va avanti»

AnconaToday è in caricamento