Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Comune contro piccioni e gabbiani, saranno spaventati da falconi

L'azione di "terrore" messa in atto da falconi addestrati durerà per circa un anno e comprenderà tutto il territorio urbano ed extraurbano. L'idea è quella di portare i piccioni ad allontanarsi sentendosi insicuri

Piccioni

Il Comune di Ancona vuole allontanare dalla città piccioni e dei gabbiani. Come? Terrorizzandoli. Cioè, liberando nei cieli falconi addestrati che spaventino appunto le prede, rendendo le loro colonie insicure e precarie per la nidificazione, al punto da costringere i piccioni ad abbandonare i loro insediamenti urbani che, il più delle volte, sono un problema per passanti e commercianti. Da tempo infatti, piccioni e gabbiani creerebbero notevoli problemi igienico sanitari e degrado. Ecco dunque la soluzione, cioè il così detto bird control: rapaci addestrati ad allontanare i volatili attraverso tecniche che simulano in tutto e per tutto la predazione. Il metodo, considerato ecologico per il Servizio Igiene e Sanità pubblica dell' assessorato alle Politiche sociali, è stato adottato dopo aver ragionato vari modi per affrontare la questione, scartando quelli più violenti come la cattura e conseguente soppressione, considerati poco efficaci e antieconomici.

«Finalmente prende avvio una iniziativa di cui da tempo si ragiona - riferisce l'assessore alle Politiche sociali Emma Capogrossi - Confidiamo in risultati visibili, sulla scia di esperienze positive di altri Comuni.  Per quanto riguarda i piccioni ricordo che  c'è il divieto di somministrare mangime, tanto che abbiamo anche una convenzione con Legambiente, che effettua sopralluoghi in vari punti della città proprio per il controllo di comportamenti di questo genere». 

Ad occuparsi di allontanare piccioni e gabbiani dal centro di Ancona sarà l’Associazione sportiva dilettantistica “Il Filo Rosso” di Polverigi, che agirà per un anno su tutto il territorio comunale, urbano ed extraurbano. Saranno loro a guidare i predatori del cielo, che dovrebbero dimostrarsi capaci di crare alle prede un effetto di stress ambientale prolungato, così che piccioni e gabbiani si sentano in pericolo nei luoghi abituali, sia dove dove sono soliti stazionare e mangiare, sia e soprattutto dove ci sono i nidi, dando alle colobe selvaiche il senso di pericolo non solo per loro, ma anche per la prole. Una strategia già sperimentata in altri comuni, dove il successo sarebbe stato garantito dopo diversi interventi ravvicinati e con successivi passaggi periodici, impedendo così la possiiblità di eventuali ritorni da parte degli uccelli indesiderati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune contro piccioni e gabbiani, saranno spaventati da falconi

AnconaToday è in caricamento