menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alberto Catalani

Alberto Catalani

Commerciante innovativo con l'attenzione al sociale, la città piange Alberto Catalani

Il noto commerciante del centro si è spento all'età di 90 anni. Nel 2006 fu insignito della cittadinanza benemerita anche per il suo impegno sociale. Funerali domani pomeriggio

Commerciante, innovatore e con una particolare attenzione al sociale. Falconara piange Alberto Catalani, l’uomo che per primo ha aperto il commercio cittadino all’import dal nord Europa. Catalani, nonno del giornalista Marco, nostro collaboratore, si è spento questa mattina (1 gennaio) all'ospedale di Chiaravalle. Aveva 90 anni e il suo nome è legato indissolubilmente alla storia della città. Dal 1972 al 1993 il suo negozio di piazza Mazzini ha rifornito le abitazioni dei falconaresi e gli stabilimenti balneari, accompagnando di fatto il turismo e la vita quotidiana in tutte le evoluzioni di stile. Nel 2006 il Comune di Falconara lo ha premiato con l'onorificenza di Cittadino Benemerito. 

Catalani era un nome conosciuto da chiunque, perché negli anni del boom economico e in quelli successivi era il punto di riferimento per l’acquisto degli ultimi ritrovati tecnologici, dalla pentola a pressione ai primi elettrodomestici. In quel negozio, sotto i portici del palazzo delle poste, le casalinghe hanno trovato le prime posate in acciaio inossidabile, le padelle antiaderenti e il vetro resistente agli sbalzi termici. Gli operatori balneari acquistavano lì le sedie da regista e le sdraio per le stagioni estive, mentre i colleghi commercianti trovavano in Alberto un portavoce delle esigenze del settore. Il nome dell’attività esce presto dai confini falconaresi oltre che per l’apprezzata qualità dei prodotti anche per l’import diretto da Gran Bretagna, Belgio e Olanda, una caratteristica condivisa con pochi altri negozi italiani. All’abilità nel commercio Catalani univa la grande sensibilità verso i bisognosi. Aveva un magazzino in via Filzi, in pieno centro, che aveva messo gratuitamente a disposizione dei Volontari della Sofferenza, gruppo parrocchiale impegnato nel sostegno alle disabilità. 

Nel 1974 la Camera di Commercio lo ha premiato con la “medaglia d’oro per la fedeltà al lavoro e del progresso economico”. Nel ’90, dallo stesso ente, ha ricevuto il titolo di Maestro del Lavoro “per aver operato nel settore commerciale per più di 40 anni”. Riconoscimenti frutto di lungimiranza e di esperienza affinata in famiglia. Da piccolo Catalani dava una mano nel negozio di papà Domenico in via Cairoli, sempre in centro a Falconara. La mattina studiava sui banchi delle elementari Leopardi, il pomeriggio lo passava a bottega. Da giovane, nel tempo libero, prendeva lezioni di pianoforte dal maestro Federico Marini e quella che era una passione è diventata ben presto l’attività fissa della domenica. Era lui ad allietare con la musica le messe delle chiese di San Lorenzo a Fiumesino, Sant’Antonio da Padova e della Beata Vergine del Rosario. Nel 1948 Catalani si iscrive alla Camera di Commercio di Ancona per poi aprire il primo punto vendita in piazza della Libertà, a Castelferretti, che resterà aperto fino al ’51, data in cui assumerà la guida dell’attività paterna. L’inagibilità del negozio dovuta al terremoto del ’72 lo porterà a spostare l’attività da via Cairoli a piazza Mazzini fino ai primi anni ‘90. I funerali saranno celebrati domani, 2 gennaio, alle 15 nella chiesa del Rosario
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento