Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Senigallia: summit sulla sicurezza, nel mirino furti e prostituzione

Si è riunito alla prefettura di Ancona il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, convocato per esaminare la situazione della criminalità nel territorio del Comune di Senigallia

Il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi

Si è riunito ieri  mattina ad Ancona, presso la sede della prefettura, il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocato per esaminare la situazione della criminalità nel territorio del Comune di Senigallia. Presenti il prefetto vicario di Ancona, il questore vicario, il comandante provinciale dei carabinieri e il comandante provinciale della Guardia di Finanza.

Alla riunione era ovviamente presente anche il Sindaco Maurizio Mangialardi, che aveva richiesto l’incontro per poter prendere in esame la situazione di Senigallia e poter individuare ogni possibile azione comune delle forze di Polizia per prevenire e contrastare il fenomeno della prostituzione e il verificarsi di furti  in appartamenti e abitazioni che nell’ultimo periodo si erano registrati nel territorio senigalliese.
In merito a quest’ultima questione, è stata confermata l’attenzione di tutte le forze di Polizia e garantita una diffusa e capillare attività di controllo, con servizi mirati in alcune zone e la predisposizione di indagini anche con l’ausilio di agenti in abiti civili.

Per quanto riguarda la prostituzione, è stata ricordata la possibilità di contrastare l’emergere di questo fenomeno, oltre che con indagini articolate sui racket che organizzano lo sfruttamento delle ragazze, anche intervenendo con gli strumenti  previsti dal Codice della Strada, cercando di mettere in campo un’azione puntuale e severa contro i clienti.
A questo proposito si è discusso per organizzare al meglio e turnare i controlli sulle strade con la collaborazione di tutte le forze dell’Ordine, prevedendo un divieto di sosta e fermata per tutti i veicoli nei tratti maggiormente interessati dal fenomeno in modo da cercare di colpire quanto più possibile la contrattazione della prestazione sessuale e prevenire allo stesso tempo anche situazioni di pericolo per la sicurezza pubblica.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia: summit sulla sicurezza, nel mirino furti e prostituzione

AnconaToday è in caricamento