rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Stazione / Piazza Carlo e Nello Rosselli

Piazza Rosselli, la rabbia e le proposte: il caso dal prefetto

Mercoledì l'incontro in circoscrizione. Fra le proposte sul piatto, potenziamento dell'illuminazione e rimozione delle cabine. Rebus videsorveglianza. Brancatello (Pdl): Promesse, vedremo

Si è svolto mercoledì l’incontro in seconda circoscrizione per fare il punto sulla questione sicurezza in Piazza Rosselli, lo storico slargo che apre sulla stazione di Ancona, da tempo teatro di scene di degrado che lasciano sgomenti i residenti: droga scambiata usando i vasi delle piante di fronte agli alberghi, prostituzione offerta (e qualche volta consumata) al riparo di chioschi e cabine del telefono, aggressioni ai commercianti che tentano di vivere il quartiere.

Alle 16, nella la sede della circoscrizione di via Scrima, residenti e commercianti, costituiti in comitato, hanno incontrato il presidente Stefano Foresi, il Sindaco Fiorello Gramillano e l'assessore al Commercio Adriana Celestini. Assenti i rappresentanti di polizia e carabinieri, presente la municipale, che ha assicurato il massimo appoggio per il monitoraggio dell’area.

Il primo cittadino ha assicurato che chiederà al Prefetto Orrei una riunione straordinario del Comitato per la sicurezza, per affrontare la situazione.
Fra le proposte pratiche sul piatto, oltre all’incremento al massimo delle possibilità del pattugliamento: potenziamento dell’illuminazione pubblica, rimozione delle cabine telefoniche – spesso usate per lo smercio delle sostanze stupefacenti o per espletare funzioni corporali – che si auspica saranno sostituite da bagni pubblici veri e propri, la realizzazione di un info-point turistico per ridare lustro al quartiere.
Punto controverso: la videosorveglianza. I residenti la vorrebbero come deterrente, ma le istituzioni al momento non sono nelle condizioni di potenziare quella che, sottolineano, è comunque già presente.
Il problema – ribattono i membri del comitato – è che attualmente le telecamere sono solo due, sono di proprietà di Rfi, e sono puntate verso la stazione.

Presente infine anche l’opposizione – piuttosto furibonda per non essere stata coinvolta – nella persona del consigliere di circoscrizione in quota Pdl Luca Brancatello, che prende atto delle promesse fatte (riservandosi di verificarne il mantenimento). Intanto è pronta una mozione Pdl, a firma proprio di Brancetello, contro il degrado in Piazza Rosselli, per impegnare la circoscrizione ad adoperarsi affinché una pattuglia delle forze dell’ordine sia stanziata 24 ore su 24 nella zona.

Mercoledì è stata anche una giornata intensa di pattugliamenti e controlli, ma la paura dei cittadini è che una volta spentesi i riflettori della stampa possa tutto tornare come prima.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Rosselli, la rabbia e le proposte: il caso dal prefetto

AnconaToday è in caricamento