rotate-mobile
Cronaca

La bambina precipitata dalla finestra si sta riprendendo: «Condizioni stabili, interagisce con il padre»

Sembrerebbe passato il peggio per la piccola di 4 anni che il primo maggio è finita sul marciapiede dopo un volo di alcuni metri. La madre è accusata di tentato omicidio

ANCONA - La bambina di quattro anni arrivata in eliambulanza il 1 maggio all’ospedale pediatrico Salesi dopo essere precipitata dal terzo piano di casa a Macerata «è stata estubata, mantiene il respiro spontaneo e interagisce con il padre». Dunque si starebbe piano piano riprendendo e «al momento le condizioni cliniche risultano stabili e soddisfacenti». La piccola era stata ricoverata d'urgenza presso la Rianimazione Pediatrica del Presidio Salesi e ieri era stata operata in seguito alle fratture riportate dopo la caduta. «Attualmente - fanno sapere dal reparto diretto dal professor Alessandro Simonini - non risultano più apprezzabili le piccole falde di pneumotorace evidenziate all’ingresso in rianimazione».

La madre della piccola si trova da due giorni nel reparto di psichiatria. La polizia piantona la donna di origine indiana nella sua stanza d’ospedale. Difatti è accusata di tentato omicidio: avrebbe spinto lei, secondo gli inquirenti, la bambina giù dalla finestra. Poi si è tagliata i polsi tentando il suicidio. A lanciare l’allarme era stata una passante che aveva visto la piccola sul marciapiede. Immediatamente erano scattati i soccorsi e il trasferimento in gravi condizioni all'ospedaletto. La madre avrebbe compiuto questo gesto terrribile per il timore, infondato, che il papà si recasse in India con la figlia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bambina precipitata dalla finestra si sta riprendendo: «Condizioni stabili, interagisce con il padre»

AnconaToday è in caricamento