rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Festeggiano la chiusura del campus scolastico, un operaio non sopporta i rumori e prende a coltellate un 22enne

L'aggressore, un operaio di 47 anni di Recanati, è in carcere con l'accusa di tentato omicidio aggravato dai futili motivi

RECANATI - Un 22enne di origine marocchina è stato accoltellato da un operaio. E' successo la scorsa notte. Un gruppo di giovani stava festeggiando la chiusura di un campus scolastico, facendo un del chiasso che deve aver disturbato l'operaio. "Non potete stare qui", ha detto loro. L'aggressore, un operaio di 47 anni di Recanati, è in carcere con l'accusa di tentato omicidio aggravato dai futili motivi. La vittima è ricoverata in prognosi riservata all'ospedale regionale di Torrette, dove la notte scorsa è stato operato. A strapparlo dalla furia del suo aggressore è stato un barista.

Alcuni giovani si sono spostati e l'uomo li ha seguiti, continuando a litigare; improvvisamente ha estratto dalla tasca dei pantaloni un coltello e a cominciato a colpire uno dei giovani, al torace e alla schiena. Gli altri compagni hanno cercato di bloccare il 47enne, senza riuscirci: è stato decisivo, invece, l'intervento del titolare di un bar, richiamato dalle urla della vittima, che è stato poi soccorso e traferito in ospedale. L'aggressore, invece, è stato accompagnato al carcere di Montacuto, in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto: è lo stesso istituto nel quale, da ieri, è rinchiuso l'omicida dell'ambulante nigeriano Alika Ogorchukwu.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festeggiano la chiusura del campus scolastico, un operaio non sopporta i rumori e prende a coltellate un 22enne

AnconaToday è in caricamento