Coldiretti, agroalimentare a sostegno di Ancona Capitale italiana della Cultura

È un progetto che vede l’agricoltura come leva culturale e sociale quello che Coldiretti Ancona ha presentato per rafforzare la candidatura del capoluogo regionale a essere scelto come Capitale italiana della Cultura

foto di repertorio

Per Ancona Capitale italiana della Cultura 2021 c’è il sostegno di Coldiretti con iniziative legate all’educazione alimentare e alla tutela di ambiente e biodiversità. È un progetto che vede l’agricoltura come leva culturale e sociale quello che Coldiretti Ancona ha presentato per rafforzare la candidatura del capoluogo regionale a essere scelto come Capitale italiana della Cultura per il prossimo anno. Sviluppato in collaborazione con la Fondazione Campagna Amica, il dossier di Coldiretti Ancona punta su ambiente e territorio, cibo e turismo, sull’economia sostenibile ed etica che crea ricchezza senza pregiudicare il benessere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono previsti eventi, attività nelle scuole, laboratori nei quartieri attraverso il coinvolgimento degli insegnanti, degli studenti e delle loro  famiglie. Con il tema del cibo che torna a essere centrale: alimenti e produzioni di qualità, Ancona come incontro di tradizioni tra mare e terra, tra il porto dorico e il promontorio del Conero, Porta d’Oriente e crocevia di popoli, di relazioni. "Il cibo - spiega la presidente di Coldiretti Ancona, Maria Letizia Gardoni - è storia e cultura di un territorio. L'agricoltura é anche sinonimo di tolleranza, accoglienza e dialogo ed è questo il valore fondante su cui immaginare attività ludiche e culturali da svolgere nei luoghi identitari della città di Ancona. Un mestiere che porta con sé messaggi da preservare, riscoprire e diffondere. Per questo abbiamo aderito con entusiasmo all'iniziativa". Tanti gli eventi in cantiere destinati a diventare riscoperta del proprio territorio, delle proprie tradizioni e della propria storia con l’obiettivo che il tutto possa diventare vero e proprio patrimonio culturale permanente a disposizione della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

  • Contagio in aula, allarme in una scuola dell'infanzia: scatta la quarantena per i bimbi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento