Cna Pensionati al Ministero della Salute: «Rimettere al centro la medicina del territorio»

L’incontro, terzo appuntamento con il ciclo “Territori di Ripartenza” ideati e coordinati da CNA Territoriale di Ancona, ha visto la partecipazione del Presidente CNA Pensionati Nazionale Giovanni Giungi

Si è tenuto venerdì 4 settembre alle ore 17,00 presso l’auditorium della Fiera della Pesca di Ancona con la Sottosegretaria alla sanità On. Sandra Zampa il convegno organizzato da CNA Pensionati di Ancona dal titolo: Costruiamo un nuovo modello di Sanità.

L’incontro, terzo appuntamento con il ciclo “Territori di Ripartenza” ideati e coordinati da CNA Territoriale di Ancona, ha visto la partecipazione del Presidente CNA Pensionati Nazionale Giovanni Giungi, del Presidente CIV INRCA Roberto Bernabei, di Fabio Sturani Responsabile della Segreteria della presidenza della Regione Marche e di Oriano Mercante Segretario Generale ANAAO. Ha inoltre portato i saluti della città il primo cittadino Valeria Mancinelli. Il convegno è tato aperto dalla relazione del Presidente CNA Pensionati Lamberto Giovagnoli, il quale portando i saluti della CNA e della CNA Pensionati ha sottolineato il fatto come l’Italia sia spaccata sul fronte sanitario per le prestazioni tra nord e sud Italia, con un sistema regionale che dovrà essere ripensato dopo 40 anni di operatività del nostro SSN. È stato un convegno molto partecipato sia dalla cittadinanza che dagli addetti ai lavori, la discussione nella tavola rotonda moderata da Riccardo Silvi ha visto l’intervento di tutti i relatori. Al centro dibattitto inevitabile il tema della pandemia che ha colpito il nostro paese e la sanità.

Il presidente Giungi ha quindi ribadito l’importanza, per tutti i cittadini e principalmente per gli anziani di chiarezza da parte delle autorità istituzionali e della unicità di intenti tra Regioni e Governo. Questo in particolar modo per evitare la poca chiarezza e la confusione generata negli ultimi mesi. Il presidente Irca, Roberto Bernabei sottolineando i numeri dei deceduti con il Covid e la media dell’età, ha chiarito che una grande percentuale di deceduti era affetto da più patologie. Solo una piccola parte non era affetta da alcuna patologie. Per il futuro dell’organizzazione della Sanita nelle Marche ha ribadito l’importanza di credere ed investire nell’INRCA che è l’unico istituto italiano specializzato sulla ricerca sugli anziani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento