Cronaca

"Qualità della vita", Ancona perde 17 posizioni nella classifica 2014 di Italia Oggi

C'è un'Italia che ce la fa e un'altra Italia che resta indietro, impantanata nella crisi economica e sociale. E Ancona perde posizioni, classificandosi quasi a metà

C’è un’Italia che ce la fa e un’altra Italia che resta indietro, impantanata nella crisi economica e sociale. E’ la fotografia scattata dalla recente classifica della “Qualità della vita 2014” pubblicata dall’Università della Sapienza di Roma per "Italia Oggi". E Ancona crolla dal 28° (conquistato nel 2013) al 45° posto, praticamente a metà classifica, seguendo il trend della qualità di vita del paese intero, peggiorata dal 2013 ad oggi. Sotto la lente degli studiosi romani sono passati fattori importanti come la qualità del lavoro, come viene impiegato il tempo libero, la criminalità territoriale, la salute dei cittadini, l’ambiente. In sostanza, tra un Sud che si configura come l’area geografica nelle peggiori condizioni e un Nord, diviso tra Est in buone condizioni e Ovest più vulnerabile rispetto al passato, Ancona si posiziona in mezzo. Segue il trend nazionale anche Macerata, passata dal 25° al 47° posto. Peggio anche Pesaro-Urbino che passa dal 20° al 32° posto.

Ma non tutte le Marche vedono la freccetta guardare verso il basso perchè a ridimensionare la regione ci sono Ascoli Piceno e Fermo. La prima, seppur di poco, migliora la sua qualità della vita passando dal 51° al 42° posto della classifica sul vivere bene. Anche Fermo migliora passando dal 58° al 51°. 

Una classifica che vede come provincia top d’Italia quella di Trento (Trentino) e come fanalino di coda Carbonia-Iglesias (Sardegna).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Qualità della vita", Ancona perde 17 posizioni nella classifica 2014 di Italia Oggi

AnconaToday è in caricamento