rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Roma

Presentato il team dei City Angels: «Ora cerchiamo una sede»

Il fondatore Mario Furlan e la mamma coraggio Patrizia Guerra hanno presentato gli aspiranti angeli. Dovranno partecipare al corso e sostenere l'esame. Poi si entra in servizio il 21 marzo

ANCONA - «Tu non fai il City Angels, tu sei un City Angels». Così Mario Furlan, il fondatore dell'associazione di volontari di strada, ha descritto ieri pomeriggio lo spirito che deve accompagnare gli  aspiranti angeli. All'Informagiovani di piazza Roma si sono riuniti per presentarsi e conoscersi meglio. Tra loro c'erano casalinghe, impiegate, ma anche studenti e commissari di polizia prossimi alla pensione. Erano presenti il fondatore dell'associazione Mario Furlan e la mamma coraggio Patrizia Guerra che lotta contro il bullismo e che ha voluto fortemente l'arrivo dei volontari in città. Lei stessa si è commossa e ha ringraziato perché il suo appello è stato ascoltato e la cittadinanza ha risposto positivamente. «I bulli – ha spiegato Furlan – non sono delinquenti, ma vengono da situazioni disagiate. Non dobbiamo avere un atteggiamento di condanna nei loro confronti, è importante anzi sapere che la possibilità di recupero c’è per tutti. Se uno di loro è pronto ad entrare in associazione per aiutare è il benvenuto».

WhatsApp Image 2022-02-27 at 18.36.15-2Ogni volontario ha un "nome da strada", un nickname che utilizza per evitare problemi e ritorsioni. Il compito è quello di andare nelle vie, almeno tre ore di fila a settimana, per aiutare chi soffre, monitorare la situazione e, in caso di criticità (come risse, rapine, violenze), contattare le forze dell'ordine. Spiega Furlan: «Il leader cittadino, in questo caso la responsabile è Patrizia Guerra, si organizza dalle 21 alle 24 con i volontari, si fanno varie attività tra cui aiutare i senzatetto, dar loro da mangiare e lavarli, ma anche portare la spesa alle vecchiette o accompagnare a casa una ragazza sola se ne ha bisogno». Per entrare a far parte degli angeli bisogna partecipare ad un corso di formazione e poi superare un esame. «Il corso si tiene sabato 19 e domenica 20 marzo» e il fondatore dice che «per ora stanno cercando una sede coperta dove svolgerlo in caso di maltempo». Gli aspiranti angeli anconetani sono dieci. Poi, i prescelti entreranno in servizio il 21 marzo «il giorno in cui entra la primavera, ironia della sorte».

Il sindaco Mancinelli ha voluto portare i suoi saluti e ha detto: «Non conoscevo questa associazione, poi mi sono sentita con Mario Furlan e ho avuto modo di informarmi attraverso il sindaco di Bergamo Giorgio Gori che mi ha confermato quanto sia apprezzabile il loro operato. Ben vengano quelle associazioni che si muovono sulla base del coordinamento con le istituzioni scolastiche e le forze di polizia e tutti quei soggetti che intervengono sulle fragilità per svolgere un ruolo utile. Vi auguro buon lavoro perché sono convinta che farete bene». Ad esprimere la vicinanza agli angeli anche Marco Ausili, consigliere comunale e regionale di Fratelli d’Italia. Si è complimentato con Patrizia Guerra «per l’impegno dimostrato e per il risultato raggiunto». 

Furlan ha presentato alla platea anche uno storico amico dei City Angels, Adolfo Vannucci, anconetano doc ma milanese d’adozione. Il suo impegno sociale lo porta ogni anno a festeggiare il compleanno con la famiglia, gli amici volontari e i senzatetto di cui si prende cura alla stazione centrale o in altre zone della città meneghina. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato il team dei City Angels: «Ora cerchiamo una sede»

AnconaToday è in caricamento