rotate-mobile
Cronaca

Cinghiale alla Cittadella, innescata la gabbia per catturarlo. Poi sarà abbattuto

Dopo il posizionamento della trappola avvenuta ieri è tutto pronto per attirare l'animale che tiene chiuso il parco da più di un mese

ANCONA – E' stata innescata ieri la gabbia posizionata martedì al parco pubblico della Cittadella, per catturare un cinghiale. L’area verde è chiusa da più di un mese per la presenza di un ungulato, del peso di almeno 50 chili. Era il 12 maggio scorso infatti quando, con una ordinanza, il Comune ha disposto la chiusura del parco che si trova in via Circonvallazione, fino alla sua cattura, per tutelare l’incolumità pubblica. Una serie di cavilli burocratici, relativi a chi doveva intervenire per prendere l’animale, ha fatto slittare il da farsi. Ora sono parco del Conero, Regione, polizia provinciale, Comune e carabinieri forestali che si stanno occupando congiuntamente della questione. Lunedì è stato fatto un sopralluogo a porte chiuse nel parco. Ieri è stata installata la gabbia dai trappolatori e oggi la gabbia è pronta per chiudersi non appena il cinghiale entrerà al suo interno. Per attirarlo è stato messo del cibo, frutta e tuberi. Il cinghiale verrà poi abbattuto dentro la gabbia da appositi selezionatori, personale preparato allo stordimento che già opera per il parco del Conero quando ci sono gli abbattimenti selettivi. Dal parco Cittadella il cinghiale uscirà morto. L’area sarà poi bonificata nel caso l’animale sia vettore di peste suina. La Lav è già insorta chiedendo che il cinghiale non sia ucciso ma portato nel suo habitat, lontano dalla città. Vedremo cosa succederà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinghiale alla Cittadella, innescata la gabbia per catturarlo. Poi sarà abbattuto

AnconaToday è in caricamento