menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Adria Ferrucci

Adria Ferrucci

Cimitero, nuovo stop e fine pazienza. La vedova: «Pronta a incatenarmi in Comune»

Da un giorno all’atro è sparito anche il bagno chimico in uso agli operai stessi. E davanti all’ennesima sospensione c’è chi di pazienza non ne ha più

Una storia che, in apparenza, non sembra avere fine. Perlomeno a breve. Il cimitero di Gallignano torna a far parlare di sé, ancora una volta per lo stop del cantiere. Gli operai chiamati ad ampliare la struttura per ospitare 30 nuovi loculi, dicono i residenti, non si vedono più da circa due settimane (GUARDA IL VIDEO). I più “fortunati” raccontano di averne visto qualcuno lo scorso 23 gennaio mentre portava via dei calcinacci, poi più nulla. Da un giorno all’atro è sparito anche il bagno chimico in uso agli operai stessi. E davanti all’ennesima sospensione c’è chi di pazienza non ne ha più. Adria Ferrucci aspetta il nuovo loculo per poter trasferire la salma del marito Nazzareno, sepolto provvisoriamente a Torrette. La 76enne è diventata uno dei simboli della battaglia per il nuovo cimitero e chiede risposte, ma soprattutto la soluzione del problema: «Sono pronta a incatenarmi dentro il Comune, sono 5 anni che aspettiamo questi nuovi depositi- ha detto la donna- sono stanca e voglio vedere se sarete capaci di dirmi qualcosa». Anche Roberto Ramazzotti aspetta di trasferire a Gallignano la salma della madre: «Fino a due settimane fa vedevamo gli operai lavorare giorno e notte, non sappiamo cosa sta succedendo. Se andiamo avanti così dovremo fare un secondo funerale per trasferire qui i nostri cari, considerando tutte le spese». E a proposito di soldi: «Abbiamo già ribadito altre volte che se si tratta di una questione economica noi siamo disposti ad anticipare denaro» conclude Ramazzotti. 

La cronistoria 

I lavori, che si sono fatti attendere a causa delle vicende giudiziarie del Comune, erano partiti il 21 ottobre 2020 per fermarsi una prima volta dopo neppure una settimana a causa di una conduttura elettrica trovata durante uno scavo. Qualche altro giorno se n’era andato per verificare la proprietà del cavo, poi risultato del Comune. A dicembre furono alcune certificazioni sanitarie presentate dalla ditta a tenere fermi i macchinari. Risolta la pratica, il cantiere è ripartito, fino ad alcuni giorni fa. L’assessore ai lavori pubblici, Paolo Manarini, ha spiegato che il Comune ha già inviato alla ditta una diffida per la ripresa dei lavori.

La replica dell'assessore: «E' la ditta che non sta rispettando il contratto»

Cimitero Gallignano, ancora uno stop: dopo il cavo spuntano i certificati della ditta

Cimitero senza pace, stop ai lavori per un cavo

L'ultimo desiderio di Adria: «Mio marito deve riposare qui»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Gf Vip, Andrea Zenga eliminato dalla casa: «Mi hanno massacrato»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento