rotate-mobile
Cronaca

Risse tra bande e rapine, il locale deve chiudere: stavolta è uno chalet balneare

Tutto questo ha portato alla decisione del questore di Ancona Claudio Cracovia, che ha chiuso un noto stabilimento balneare

La sera del 7 luglio una donna aveva spruzzato dello spray al peperoncino contro due persone, mandandole in ospedale. 4 giorni dopo all’uscita dal locale un ragazzo era stato rapinato di pochi spicci. Due giorni dopo, nella stessa notte, prima 4 ragazzi sono stati aggrediti da un branco di 15 e poi una rissa tra stranieri per la quale dovettero intervenire i carabinieri. 

Tutto questo ha portato alla decisione del questore di Ancona Claudio Cracovia, che ha chiuso un noto stabilimento balneare di Palombina nuova per motivi di Ordine e Sicurezza Pubblica. Licenza sospesa per un periodo di 20 giorni. Il provvedimento è stato proposto ed eseguito dai carabinieri della stazione di Collemarino, dopo aver presentato un rapporto nel quale si ripercorrono i fatti delle ultime settimane di attività serale dello stabilimento. Nessuna accusa per i proprietari e i gestori dello stabilimento, però troppi episodi di violenza. Dunque la decisione. Lo stabilimento non potrà riaprire prima del prossimo 7 agosto.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risse tra bande e rapine, il locale deve chiudere: stavolta è uno chalet balneare

AnconaToday è in caricamento