rotate-mobile
Cronaca

Bottigliata in testa, chiuso un bar vicino alla stazione: «Questione di sicurezza pubblica»

Dagli accertamenti, il locale è risultato essere un luogo abitualmente frequentato da persone pregiudicate per gravi reati

ANCONA - Aggressione al bar lo scorso 16 aprile, per il locale di via Flaminia arriva lo stop di 7 giorni. Il provvedimento è stato notificato dalla polizia al titolare del locale nei pressi della stazione. La polizia era dovuta intervenire dopo che un cliente, ubriaco, era stato strattonato e successivamente colpito alla testa da un’altra persona che si trovava ancora all’interno del locale. L’aggressore aveva invece raccontato che era stato lui ad esser stato colpito per primo con calci e pugni.  

Dagli accertamenti, il locale è risultato essere un luogo abitualmente frequentato da persone pregiudicate per gravi reati. In diverse occasioni sono stati infatti controllati clienti già conosciuti alle forze dell’ordine. Nel 2021 lo stesso locale era stato chiuso per ben due volte (il 06 febbraio ed il 22 novembre) per non aver assicurato il rispetto del divieto di assembramento di persone in luogo aperto al pubblico.. In un’occasione, al momento del controllo erano presenti all’interno del locale più di sessanta persone ammassate che non indossavano alcun dispositivo di protezione.  
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bottigliata in testa, chiuso un bar vicino alla stazione: «Questione di sicurezza pubblica»

AnconaToday è in caricamento