Chiaravalle, trovata morta in casa a 28 anni: è giallo

Ad insospettire gli inquirenti alcune tracce di sangue trovate nell'appartamento. Ma anche il fatto che fino a poche ore prima la giovane era stata con le amiche in giro a divertirsi in modo spensierato

Trovata morta in casa dal fidanzato. E’ giallo a Chiaravalle per una 28enne che si sarebbe tolta la vita impiccandosi nel bagno. Suicidio dunque? Non ne sono così convinti i Carabinieri che stanno indagando a fondo nell’appartamento di Diavila Blandine, 28 anni figlia di un pugile congolese che da tempo abita ad Osimo. A trovare il corpo della ragazza sarebbe stato il fidanzato alle 5:45 dell’1 settembre quando è rientrato in casa. Sarebbe stato lui a trovarla morta e a porla lungo il pavimento prima di chiamare i soccorsi che, ormai, non potevano fare nulla. Sul luogo sono arrivati anche il pm Irene Bilotta, il medico legale Adriano Tagliabracci e gli agenti della polizia scientifica. A insospettire gli inquirenti alcune tracce di sangue trovate nell’appartamento. Ma anche il fatto che fino a poche ore prima la giovane Diavila Blandine era stata con le amiche, a ballare, in giro a divertirsi in modo spensierato. 

Tuttavia, gli inquirenti proseguono sulla pista del suicidio. Il pm ha disposto una serie di accertamenti tecnici anche su cellulari e pc della ventottenne. Ma soprattutto l’autopsia, che sarà effettuata oggi dal medico legale Adriano Tagliabracci. La prima domanda a cui rispondere è: che cosa ci fanno lì quelle tracce ematiche? Sono legate a lesioni relative al gesto suicida o no? Diavila non ha lasciato messaggi e non risulta soffrisse di problemi di depressione ma, sempre secondo fonti investigative, non si possono escludere momenti di fragilità, forse legati a crisi sentimentali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento