Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Cerreto d'Esi

Domato l'inferno nella palazzina, il sindaco: «Quattro famiglie sfollate, non andate a curiosare»

Attualmente sul posto rimangono al lavoro due squadre dei vigili del fuoco per spegnere gli ultimi focolai e per mettere in sicurezza la struttura

Vigili del fuoco impegnati tutta la notte per domare le fiamme nella palazzina di Cerreto d'Esi, in parte andata distrutta dopo l'espolosione di questa notte dovuta all'esplosione di alcune bombole a gas. L'immobile è stato dichiarato inagibile e i carabinieri hanno messo i sigilli per una questione di sicurezza. La coppia di proprietari, due 70enni, sono riusciti a mettersi in salvo uscendo dalla casa appena intuita la gravità della situazione. 

Attualmente sul posto rimangono al lavoro due squadre dei vigili del fuoco per spegnere gli ultimi focolai e per mettere in sicurezza il fabbricato.

Il sindaco David Grillini è accorso sul posto già nei minuti successivi all'incidente ed è stato presente fino a tarda notte. Questa mattina via social il Primo cittadino ha fatto sapere:«Sono 4 le famiglie che questa notte sono state allontanate dalle proprie abitazioni: abbiamo sistemato 2 nuclei familiari presso una struttura ricettiva della zona, mentre i restanti sono stati ospitati da parenti. Rinnoviamo la richiesta ai nostri concittadini di non recarsi presso il luogo dell’incendio per non congestionare la zona sia a piedi che con automezzi. Colgo l’occasione per ringraziare in maniera estremamente sentita i vigili del fuoco dei distaccamenti di Fabriano, Ancona e Macerata, tutte le forze dell’ordine, i Carabinieri della stazione di Cerreto d’Esi e della Compagnia di Fabriano, il Capitano Mirco Marcucci, i sanitari del 118 immediatamente accorsi, la Polizia locale. Un grande grazie ai volontari del gruppo comunale della protezione civile che si sono attivati immediatamente, mettendosi a disposizione degli enti preposti. Un ringraziamento al Vescovo Francesco Massara, ai Sindaci, ai rappresentanti delle istituzioni e dei corpi intermedi della zona, alla Croce Rossa di Fabriano, a tutti i cittadini che hanno espresso la loro viva solidarietà e si sono messi a disposizione per dare una mano».
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domato l'inferno nella palazzina, il sindaco: «Quattro famiglie sfollate, non andate a curiosare»

AnconaToday è in caricamento