Centri giovanili, inaugurata l'attività a Ponterosso: poi sarà il turno di Torrette

I centri giovanili del Comune di Ancona, tre in tutto, Ponterosso, Archi e Torrette, sono una realtà ormai da diversi anni, frequentati ogni giorno da circa 50 ragazzi

Inaugurazione a Ponterosso

Appuntamento venerdì 23 febbraio con l’inaugurazione del Centro Giovanile di Torrette mentre venerdì scorso ha aperto l’attività per l’anno 2017 quello di Ponterosso. I centri giovanili del Comune di Ancona, tre in tutto, Ponterosso, Archi e Torrette, sono una realtà ormai da diversi anni. Ogni giorno oltre cinquanta ragazzi li frequentano e, a sentire gli operatori, li vivono come casa propria, trovando però in essi occasione di incontro con altri coetanei ma anche spazio per i compiti, la musica e il confronto con gli operatori su tematiche adolescenziali.

I tre centri di aggregazione per ragazzi dai 14 ai 28 anni, vedono al’interno la presenza di operatori della COOSS Marche. Sono aperti tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì, agli Archi anche al sabato, dalle 15.30 alle 19.30.I ragazzi che li frequentano sono soprattutto del quartiere ma anche di zone limitrofe; all’interno sono presenti attrezzature quali ping pong, biliardini, connessione wifi. Esiste un comitato di gestione, che è composto ed eletto dai ragazzi, che organizza attività e laboratori. Per esempio quello di cucina, una volta alla settimana, quando il centro resta aperto alla sera e i suoi giovani frequentatori gustano quello che hanno prodotto durante il laboratorio, e inoltre, le feste di carnevale. Per domani è stata organizzata a Ponterosso e agli Archi la Festa di san Valentino e dell’amicizia. In occasione delle festività, poi si organizzano pullman per gite; si promuovono anche tornei: playstation, ping pong, ecc. e aperti alla partecipazione anche a chi non frequenta. In tutti i tre centri esiste una sala musica dove gli artisti in erba hanno a disposizione amplificazione, mixer e strumentazioni.

Nelle prime ore del pomeriggio è possibile anche far fitness in una stanza idonea  e per chi ne ha bisogno, c’è anche la possibilità di avere un aiuto concreto per i compiti. «I centri sono aperti da anni - spiega Sabrina Ceselli, responsabile degli operatori e  del centro giovanile degli Archi - Ogni anno inaugurano l’inizio delle attività come venerdì scorso quello di Ponterosso (con la partecipazione dell’assessore Stefano Foresi n.d.r.). Appuntamento venerdì 23 con quello di Torrette alle ore 17.30. I ragazzi vedono il centro di aggregazione come casa ed hanno con gli operatori un bel rapporto, anche a livello di integrazione, il centro permette un dialogo e un confronto sereno tra le diverse nazionalità. Gli operatori sono anche un punto di riferimento per problematiche adolescenziali che spesso non arrivano ad un confronto diretto in famiglia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento