Una centralina per la rilevazione delle polveri sottili, a breve in funzione

La rilevazione consentirà di monitorare la situazione specifica di Ancona, ma costituirà altresì un esempio per emulare i livelli di inquinanti

Centralina smog palombella

Si tratta di una centralina mobile posizionata nell’area della Palombella e utilizzata per monitorare l’inquinamento da PM10 derivante da traffico.  La seconda stazione di monitoraggio della qualità dell’aria è infatti una centralina “da traffico” e si aggiunge a quella installata alla Cittadella, cosiddetta “di fondo” posizionata lontano da fonti inquinanti. L'arrivo della centralina mobile fa seguito alle richieste del Comune di Ancona, alle decisioni assunte nei mesi scorsi dalla Giunta regionale e  dà attuazione al lavoro svolto dal tavolo tecnico in cui era presente anche un funzionario comunale.

La rilevazione consentirà di monitorare la situazione specifica di Ancona, ma costituirà altresì un esempio per emulare i livelli di inquinanti in zone analoghe della regione, pur mantenendo tutti i distingui del caso. L’arrivo della centralina mobile costituisce altresì il punto di partenza per avviare il cosiddetto PIA, ovvero il Progetto Inquinamento Ancona, proposto dall’allergologo Floriano Bonifazi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento