Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Passetto

Passetto: raccolti 1750 euro in beneficenza per due Onlus anconetane

Grande successo per la serata di beneficenza che si è svolta al ristorante Il Passetto di Ancona. Raccolti 1750 euro a favore di due onlus della città, che hanno avuto la possibilità di presentare le proprie attività

Grande successo per la serata di beneficenza che si è svolta al ristorante Il Passetto di Ancona. Raccolti 1750 euro a favore di due onlus della città, che hanno avuto la possibilità di presentare le proprie attività ai partecipanti della cena: la Casa Accoglienza Dilva Baroni e il Ce.I.S. Centro Italiano di Solidarietà.

La prima, che proprio in questo mese ha festeggiato 25 anni di attività, è il punto di riferimento per i familiari degli ammalati che sono ospitati o in visita presso gli Ospedali di Ancona. La sua struttura di Colle Ameno di Torrette accoglie dal 1988 chi ha bisogno di un appoggio logistico comodo e di un luogo “caldo”. “Si tratta di un contributo importante per noi - ha affermato il responsabile della Casa Dilva Baroni, Claudio Pierini - poiché sostenere i costi della struttura e soprattutto, dei lavori di ristrutturazione ormai necessari, non è semplice”.

Il Ce.I.S., invece, è un ente di accoglienza residenziale per minori che opera dal 1984: una realtà pionieristica nella Regione Marche, la prima struttura nella Provincia di Ancona. Ha accolto, in quasi trent’anni, oltre 160 minori, sempre con affidamento con provvedimento dell’Autorità Giudiziaria minorile. “Un ringraziamento a chi ha partecipato a questa serata - ha concluso il rappresentante del Ce.I.S. Alessandro Maria Fucili -. Per noi è importante far capire il nostro lavoro giornaliero, a contatto con bambini e ragazzi che hanno subito stravolgimenti di vita molto grandi”.

La serata di beneficenza, organizzata da Informanager dopo il convegno “Come cambia il redditometro. Poteri del fisco, diritti dei contribuenti”, ha avuto la partecipazione straordinaria del gruppo musicale “Ciappter Ileven”, composto dagli istrionici giornalisti della redazione de Il Sole 24 Ore: Mauro Meazza, Marco lo Conte e Stefano Elli. I tre si sono esibiti suonando il “Pop tributario”, musica che divaga dal folk giuslavoristico al rap economico, affrontando temi di estrema attualità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passetto: raccolti 1750 euro in beneficenza per due Onlus anconetane

AnconaToday è in caricamento