Cronaca Centro storico

Fiera di San Ciriaco dal 1 al 4 maggio. Pronti, partenza...

Tutto pronto per la fiera di San Ciriaco che si terrà dal 1 al 4 Maggio e che coinvolgerà la zona di Viale della Vittoria, Corso Garibaldi e il quartiere degli Archi. Sarà un momento importante per la città e per il suo commercio

Fiera di San Ciriaco

Sembra tutto pronto in vista di uno degli eventi più importanti dell’anno per la città di Ancona, la Fiera di San Ciriaco. Di questo si è parlato all'incontro di questa mattina, cui erano presenti l’assessore al commercio e alle attività produttive Adriana Celestini, Remo Vigorelli (della società Blu Nautilus incaricata dell’organizzazione), Tiziano Fulgi (Comandante della Polizia Municipale), Susanna Dini (Presidente della prima circoscrizione) e Stefano Foresi (Presidente della seconda circoscrizione).

La Celestini  crede molto nell’importanza della fiera che, quest’anno, sarà dislocata in due aree. La parte più tradizionale sarà sempre lungo Viale della Vittoria e Corso Garibaldi, mentre tutto lo spettacolo viaggiante e le giostre, che l’anno scorso sono state motivo di notevoli polemiche tra la Giunta e le minoranze politiche, saranno posizionate al Mandracchio, presso lo scalo Marotti. Si era anche pensato di ripristinare il vecchio itinerario per cui da Corso Garibaldi la fiera potesse proseguire in un unico snodo fino agli Archi, ma si è deciso di non ostruire la Galleria San Martino che, insieme al Passetto, resta un’importante arteria per il traffico cittadino.

Ci saranno circa 509 espositori e, se ci sarà qualcuno in meno rispetto all’anno scorso, non sarà dovuto da problemi economici, ma a questioni gestionali e di organizzazione dello spazio. Inoltre saranno presenti 19 associazioni di volontariato. Per Vicorelli questa è una fiera molto accogliente e molto fruibile da parte dei cittadini, lo testimonia il fatto che la massa che vi partecipa è sempre interclassista e molto eterogenea, che va dal giovane all’anziano, dal professionista alla casalinga. Gli organizzatori non sono preoccupati e infatti la fiera è sempre un successo, forse l’unico neo è che ogni anno ci sono sempre le stesse bancarelle, e su questo Vicorelli spiega: “Io lo capisco, però la legge italiana ci obbliga a prendere gli espositori presenti in una graduatoria, che è impostata sulla storicità degli espositori. […]Da una parte la capisco, però stiamo attenti perché la fiera non è ricercata per la novità”.

L’incontro si è concluso con il richiamo alla pazienza dei residenti della prima circoscrizione da parte di Susanna Dini in quanto la Fiera di San Ciriaco è sempre un surplus per la città. A questo si è aggiunta la soddisfazione di Stefano Foresi per il ritorno ella fiera nel quartiere degli Archi, che ne ha molto bisogno.

Nessuna preoccupazione e nessun intoppo in conclusione, la Fiera sta per partire e, oltre a dare quattro giorni di festa e aggregazione ai cittadini di Ancona, sarà certamente una boccata d’aria per il commercio della città in un momento di difficoltà per tutti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera di San Ciriaco dal 1 al 4 maggio. Pronti, partenza...

AnconaToday è in caricamento