Cronaca

Ripetitori sul Del Conero: l’Ancona 1905 cita Telecom in giudizio

L'Unione Sportiva chiede al colosso della telefonia il pagamento di circa 15 mila euro per lo sfruttamento delle torri faro dello stadio, dove sono installati i ripetitori che forniscono il segnale a una vasta parte della città

(Immagine web)

L’Unione Sportiva Ancona 1905 ha citato in giudizio Telecom Italia Mobile. Ancona 1905, difesa  dall’avvocato Francesco Baldini, chiede al colosso della telefonia il pagamento di un canone di circa 15 mila euro per l'occupazione delle torri faro dello stadio "Del Conero", dove sono installati i ripetitori di Telecom che forniscono il segnale a una vasta parte della città.

La società telefonica, rappresentata dall’avvocato Riccardo Leonardi, si oppone, perché ha un contratto per lo sfruttamento delle torri valido fino al 2030 con il Consorzio Ancona per lo Sport, al quale ha versato regolarmente il canone.

La disputa è sorta quando la gestione dello stadio è passata ad Ancona 1905, che ha richiesto quindi il pagamento del canone a Telecom. Un documento del Comune del 2005 però ha dato ragione alla società telefonica, sostenendo che la gestione dello stadio assegnato al club dorico non comprende lo sfruttamento commerciale delle torri oggetto del contendere, e che quindi i benefici economici per il loro utilizzo spettano comunque al Consorzio.

L’Unione Sportiva ha anche fatto ricorso al Tar, chiedendo l’annullamento del documento comunale in questione. Ancona 1905 ha chiesto quindi la sospensione della causa in attesa della decisione del Tar, ma il giudice non l’ha accordata, quindi il contenzioso prosegue anche in questa sede giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripetitori sul Del Conero: l’Ancona 1905 cita Telecom in giudizio

AnconaToday è in caricamento