Cronaca

Castelleone, croce del XVII° secolo restaurata e indulgenza da Papa Francesco

Presentazione dei lavori di restauro e cittadinanza onoraria per mons. Mattioli, autore della donazione che ha permesso il recupero. Il card. Menichelli impartirà la benedizione

Papa Francesco

Alla chiesa di San Francesco di Paola, a Castelleone di Suasa, ci si prepara a festeggiare. Domani, giovedì 31 marzo, sarà infatti presentato il lavoro di restauro che ha consentito di recuperare un'antica croce dipinta risalente al XVII° secolo. L'opera, di artista ignoto, è stata realizzata con colori ad olio era in cattive condizioni ed è stato affidato a una ditta di Urbino specializzata in restrauri. A rendere possibile il lavoro è stata la donazione di monsignor Umberto Mattioli che ha girato circa 2.800 euro al Comune. Durante la cerimonia sarà insignito della cittadinanza onoraria.

«Papa Francesco – si legge in una nota - tramite la Penitenzieria Apostolica, nel considerare la speciale occasione, ha concesso che giovedì sera nella chiesa di San Francesco di Paola, terminata la presentazione del Crocifisso, venga impartita dal cardinale Edoardo Menichelli, la solenne Benedizione Apostolica. Il Santo Padre ha voluto accordare, mediante apposito decreto in lingua latina sottoscritto dal Penitenziere Maggiore presso la Santa Sede, anche l’indulgenza plenaria, valida per sette anni e rinnovabile, da lucrarsi nel giorno della Festa del Perdono in Castelleone di Suasa che avrà luogo quest’anno domenica 3 Aprile».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelleone, croce del XVII° secolo restaurata e indulgenza da Papa Francesco

AnconaToday è in caricamento