Cavo elettrico tranciato con la ruspa, blackout e principio d'incendio

In fiamme le sterpaglie secche per il gran caldo. Sul posto l'intervento dei vigili del fuoco e della Polizia Municipale

Il caldo africano, la siccità e sterpaglie secche a cui è bastato un niente per incendiarsi. Un niente che, nel caso capitato questa mattina attorno alle 11 a Castelferretti, sono state scintille di un cavo elettrico tranciato per errore da una ruspa che stava svolgendo lavori sul fosso San Sebastiano. In questi giorno il fosso è interessato da lavori di manutenzione e pulizia. Il mezzo ha urtato inavvertitamente il cavo con la benna e lo ha spezzato. Diverse case sono rimaste coinvolte dal blackout ma, quel che è peggio, è che le scintille hanno fatto da innesco sulla vegetazione secca dell'argine.

In breve le fiamme sono divampate. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e una pattuglia della Polizia Municipale. Il rogo è stato domato in pochi minuti. Diverse le ore, invece, per ripristinare la corrente nel quartiere. «Non si sono registrati danni a cose o a persone» hanno fatto sapere dal Comune. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento