CasaPound, l'Autorità Portuale non c'entra: ecco chi gestisce la sala

L'Autorità di Sistema Portuale specifica che non ha potere attivo o autorizzativo sull'utilizzo della sala in questione, che dal 2016 è gestita da un'associazione culturale

Rodolfo Giampieri

«Le normative in vigore non consentono all’Autorità di sistema portuale di avere un ruolo attivo o autorizzativo nei programmi di attività del concessionario, che si assume tutte le responsabilità civili e penali dell’esercizio degli spazi in concessione». L’Ap prende le distanze dal caso relativo alla presentazione del libro “Corporativismo del terzo millennio” sostenuta da Casapound, prevista per il 2 dicembre all’Auditorium della Fiera della Pesca.

Sinistre cittadine e sindacati invocano la non concessione di quello spazio, e l’Autorità specifica che pur essendo la proprietaria della sala non ha potere in tal senso. Il 4 aprile del 2016, tramite gara pubblica, la sala è stata data in concessione biennale all’associazione culturale “Accademia di Babele” presieduta da Paolo Marcelli, che fino al 2018 può quindi usufruire dell’area per organizzare eventi pagando una quota annuale. La contropartita per l’AP è la riqualificazione di un’area in disuso. Lo stesso principio è in vigore per le banchine del porto: se dovesse succedere qualcosa sul molo la responsabilità non sarebbe in capo all’Autorità bensì alla ditta che ce l’ha in concessione. Negare la sala all’evento di Casapound, in pratica, sarebbe come se il proprietario di un’abitazione vietasse all’affittuario di ospitare qualcuno. Le normative attuali non lo consentono, a meno che non si verifichino problemi di ordine pubblico o vengano organizzate iniziative fuorilegge.

La stessa Ap specifica però che: «A scanso di equivoci, l'Autorità di sistema portuale non condivide e prende decisamente le distanze da qualsiasi iniziativa legata a temi dell'estremismo, che non si riconosce nei valori costituzionali, storici e culturali su cui si fonda la democrazia della Repubblica italiana».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento