Droga e stupri nella casa della spaccio, la verità si cerca nei cellulari 

I cellulari dell'uomo accusato di spaccio e violenza sessuale ai danni della 22enne saranno passati al setaccio dal consulente della procura

Dentro la casa dello spaccio

La verità su quello che accadeva nella casa di via Pergolesi si cerca nella memoria di due cellulari. Sono i dispositivi di Isaac Adejoju Adetifa, il 36enne nigeriano accusato di spaccio e violenza sessuale su una 22enne anconitana, finiti sotto sequestro. Saranno esaminati dal noto analista forense Luca Russo (foto in basso), già impegnato in casi similti in altre città d'Italia. L’incarico peritale è stato affidato l'altro giorno dal pm titolare del’Inchiesta, Valentina Bavai, alla presenza dell’avvocato difensore Giovanni Sabatini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Russo il compito di analizzare i contenuti di messaggi, foto, chat e video e contatti utili alle indagini. Secondo gli investigatori infatti i due dispositivi, uno smartphone e un normale telefono cellulare, avevano due diverse finalità di utilizzo: il primo per conversazioni private mentre l’altro sarebbe stato utilizzato da Isaac per gestire il giro di spaccio e i contatti con i clienti. L’uomo ha sempre negato gli episodi di spaccio, mentre ha ammesso i rapporti sessuali con la 22enne sostenendo che rientrassero in un normale legame sentimentale. La giovane era stata trovata seminuda nell’appartamento di via Pergolesi durante un blitz della polizia e il 36enne aveva aizzato un pitbull contro gli agenti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento