Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Con sua moglie viveva illegalmente in una casa popolare, si aprono le porte del carcere

Entrambi si erano introdotti nell’abitazione forzando la porta di ingresso. La denuncia era stata presentata dal legale rappresentante dell’Ente

I Carabinieri della Stazione di Senigallia hanno arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Ancona un 62enne catanese, da anni residente in Provincia di Ancona, noto alle forze di polizia, che dovrà scontare la pena di anni 1 e mesi 2 di reclusione, poiché condannato con sentenza irrevocabile per i reati di violazione di domicilio, invasione di edifici e danneggiamento aggravati.

Il provvedimento si riferisce a fatti accaduti nel 2009 ad Ancona. Il catanese con la sua convivente avevano occupato, senza esserne assegnatari, un appartamento di edilizia popolare di proprietà dell’ERAP in via Costa. A tal fine si erano introdotti nell’abitazione forzando la porta di ingresso. La denuncia era stata presentata dal legale rappresentante dell’Ente. Dopo le formalità di rito, il 62enne, rintracciato nella sua abitazione a Senigallia, è stato associato alla Casa Circondariale di Ancona Montacuto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con sua moglie viveva illegalmente in una casa popolare, si aprono le porte del carcere

AnconaToday è in caricamento