menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine facebook

Immagine facebook

Casa de 'nialtri, parlano le associazioni: “Comune blindato: inaccettabile”

Molte le iniziative in programma tra cui la grande manifestazione del 15 febbraio da piazza Ugo bassi. Pazzagli: "Inaudito che Palazzo del Popolo fosse blindato. Gli abitanti della scuola intimiditi"

“La lotta di Casa de 'Nialtri non si ferma. Non sarà di certo lo sgombro dell'ex scuola Regina Margherita in via Ragusa ad impedire a tutte le persone che hanno appoggiato il progetto di co-housing, di portare avanti la loro battaglia per il Diritto alla Casa”. Dopo la manifestazione di ieri pomeriggio davanti al Comune, sfociata poi in un corteo che si è tramutato nell'assalto della sede PD in piazza Stamira, sono molte altre le iniziative organizzate.

Il prossimo appuntamento è previsto per l'11 febbraio alle ore 17 alla Casa delle Culture dove si terrà un'assemblea sulle nuove povertà insieme all'associazione Libera. Il 14 febbraio invece, alle 21 al Teatro Giovanni XXIII di Piazzale Camerino ci sarà un concerto della Gang e di altri gruppi musicali per sostenere economicamente il progetto Casa de 'Nialtri. Ma l'iniziativa più rilevante è sicuramente la grande manifestazione per il diritto dell'abitare prevista per il 15 febbraio alle ore 17. Il ritrovo è ai giardinetti di piazza Ugo Bassi.

“Comune blindato dalla polizia in assetto antisommossa, è inaccettabile. ? inaudito, noi volevamo fare un'assemblea dentro al Palazzo del Popolo. Il discorso era prendersi uno spazio politico- commenta così Silvana Pazzagli, una delle coordinatrici di Casa de 'Nialtri, all'indomani della manifestazione contro lo sgombro dell'ex scuola Regina Margherita-. Non è vero che gli abitanti di Casa de 'Nialtri sono stati accompagnati dolcemente a San Marcello. Sono stati svegliati e intimiditi da 200 poliziotti che gli hanno intimato di raccogliere le loro cose dentro a dei sacchi”.

Presenti alla manifestazione anche gli occupanti di Casa de 'Nialtri. Questi potranno restare nell'agriturismo di San Marcello fino a sabato dopodiché, starà a loro decidere se accettare o meno le proposte abitative avanzate dal Comune ormai un mese fa: appartamenti alla Curia, in via Astagno, struttura a Palombina e Un Tetto per Tutti.

LE REAZIONI DELLE FORZE POLITICHE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento