rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

Carne bovina di orgine e qualità diversa da quella indicata sul menu: blitz dei Nas nelle mense scolastiche

In tutta la regione i carabinieri hanno controllato 22 locali, fra laboratori di produzione pasti, punti cottura e ambienti di refezione scolastici, dagli asili alle università. Sono state elevate 14 sanzioni per un totale di 15.500 euro

ANCONA- Anziché somministrare carne IGP (indicazione geografica protetta) e Q.M. (Qualità Marche) come indicato sul menu, veniva data carne bovina di origine e qualità diversa. Il legale rappresentante di una società di gestione di una mensa scolastica è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per frode in commercio. È successo in provincia di Ancona a seguito delle ispezioni dei Nas nelle mense scolastiche di tutta la regione. In provincia di Macerata invece in un solo caso sono state trovate due forme di formaggio scadute ed è stata accertata la non tracciabilità di 15 kg di pane e prodotti da forno privi di qualsiasi indicazione di provenienza. La merce è stata sequestrata e sono state elevate sanzioni amministrative per 3.500 euro.

Complessivamente in tutta la regione i Nas hanno controllato 22 locali, fra laboratori di produzione pasti, punti cottura e ambienti di refezione scolastici, dagli asili alle università: 8 in provincia di Ancona, 3 in quella di Ascoli Piceno, 1 in quella di Fermo, 5 in provincia di Macerata e 6 in quella di Pesaro Urbino. In un caso sono state accertare carenze igienico sanitarie mentre in misura maggiore carenze strutturali che hanno portato alla contestazione amministrativa di 14 sanzioni per un totale di 15.500 euro. A livello nazionale un terzo delle mense scolastiche sono risultate irregolari.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carne bovina di orgine e qualità diversa da quella indicata sul menu: blitz dei Nas nelle mense scolastiche

AnconaToday è in caricamento