Cronaca

Delitto di Numana: il Riesame bis lascia libero Orlandoni

L'uomo è l'unico e principale indagato per l'efferato omicidio della giovane prostituta di origini rumene nella sua villetta di Numana. Oggi il tribunale del Riesame ha confermato la decisione di lasciare libero Orlandoni

Resta libero Carlo Orlandoni, l’imprenditore 34enne di Castelfidardo accusato di aver ucciso Adriana Mihaela Simion, la prostituta rumena di 26 anni, trovata morta il 7 aprile 2013 nella sua villetta di Numana. La decisione del “Riesame bis” è stata depositata alla cancelleria del tribunale mercoledì, con allegate tutte le motivazioni dei giudici. Sull'indagato dunque, difeso dagli avvocati Giovannino Tringali e Vittoria Sassi, non pende più nessuna misura di custodia cautelare.

Il nuovo collegio del Riesame si è dovuto esprimere dopo che il pm titolare delle indagini Irene Bilotta aveva fatto ricorso alla decisione del primo tribunale del riesame, che aveva liberato Orlandoni dalla misura di custodia cautelare. Una decisione a cui il pm ha fatto ricorso in Cassazione che, a loro volta, ha rimandato tutto ad un nuovo Riesame. Quello di 4 giorni fa, che alla fine ha confermato la decisione del primo trio di giudici. Orlandoni resta libero. Mentre proseguono le indagini della procura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di Numana: il Riesame bis lascia libero Orlandoni

AnconaToday è in caricamento