Meno furti e rapine, calano anche i delitti: il 2019 dei carabinieri di Senigallia

Il bilancio dell'anno appena trascorso

SENIGALLIA E’ iniziato il 2020 e i carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno tracciato un bilancio delle attività svolte durante l’anno appena trascorso.  Il 2019 ha fatto registrare un calo importante dei delitti, diminuiti del 10% rispetto all’anno precedente. Ancora più significativo è il decremento del 25% dei furti (da 1039 a 778) e del 76% delle rapine (da 21 a 5). Nello specifico, tra i reati che creano più allarme sociale, i furti in abitazione sono scesi del 22% (da 272 a 212).  

Questi numeri derivano anche dai quotidiani servizi di prevenzione e controllo del territorio, operati 24h su 24. Sono stati infatti assicurati 5.308 servizi di pattuglia e perlustrazione, con un impiego di 11.123 militari. Tramite il servizio di pronto intervento del 112, la Centrale Operativa di Senigallia ha ricevuto oltre 3000 chiamate, sia di soccorso che richieste di semplici informazioni, talvolta soltanto per avere una voce “amica”, ed a ciascuna è stata dato ascolto e riscontro. Significativo l’impegno anche nel controllo alla circolazione stradale. Sono stati, infatti, rilevati sul territorio 259 incidenti stradali di cui 4 mortali e 105 con feriti.

I militari dell’Arma durante i servizi di pattuglia hanno identificato 19.643 persone e controllato 14.900 veicoli. Si contano 1708 contravvenzioni al codice della strada elevate, per un ammontare complessivo pari a 295.495 euro e con la sottrazione di 2556 punti patente. Tra le contravvenzioni, 240 sono state contestate per il mancato uso delle cinture di sicurezza e 123 per l’utilizzo del cellulare alla guida, entrambe condotte molto pericolose perché mettono a rischio la sicurezza degli automobilisti e dei pedoni.  Sono state 72 le denunce per guida in stato di ebbrezza alcolica e 33 contravvenzioni elevate ai cittadini trovati in condizione di manifesta ubriachezza. Per quanto riguarda l'utilizzo o lo spaccio di droga durante il 2019 sono state arrestate 7 persone in flagranza di reato, 11 sono state denunciate e 54 sono state segnalate alla Prefettura di Anona come assuntori di droga. Significativi sono anche i numerosi servizi svolti, talvolta con l’ausilio delle unità cinofile, nei pressi delle scuole o altri luoghi di aggregazione giovanile, quali piazze, terminal, discoteche ed altro, volti a dissuadere e reprimere l’uso di sostanze stupefacenti da parte dei più giovani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Terribile frontale, nuovo bollettino: «Il bambino è ancora in condizioni critiche»

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Un male incurabile le ha spento il sorriso, la città piange Carla Fraboni

  • Perde il controllo, finisce fuori strada, si ribalta e resta in bilico sul muretto

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

Torna su
AnconaToday è in caricamento