Dal finto poliziotto all'arresto di Tagliata, Falconara saluta il comandante Frittelli

Quattro anni intensi per il militare alla guida della Tenenza cittadina che va in congedo. Nel 2016 il record regionale di 100 arresti: «Circondato da persone competenti»

Il luogotenente Roberto Frittelli

Il luogotenente Roberto Frittelli saluta Falconara. Per lui c’è il congedo e il meritato riposo dopo anni di servizio spesi in lungo e in largo sul territorio nazionale. Lascia con un piccolo record regionale: 100 arresti effettuati dalla Tenenza nel corso de 2016. Ma sono state tante le operazioni degne di nota che possono essere menzionate dall’ottobre 2013 a oggi. Su tutte l’arresto di Antonio Tagliata e della fidanzata minorenne, intercettati alla stazione di Falconara nel pomeriggio della mattanza di via Crivelli per la quale i due sono stati condannati in primo grado a rispettivamente a 20 e 18 anni di reclusione. Oppure la meticolosa indagine con tanto di telecamere che ha svelato, nel 2015, i maltrattamenti che due insegnanti infliggevano ai bambini con gravi disabilità della scuola speciale Bignamini. E che dire del finto poliziotto latin lover che seduceva, derubava e poi abbandonava le proprie spasimanti arrestato ad aprile 2016? In questi anni non sono mancate operazioni di contrasto allo sfruttamento della prostituzione, con la chiusura di due centri massaggi cinesi che celavano vere e proprie alcove clandestine, antidroga ma anche di controllo alle attività commerciali per la vendita di alimentari.

Un controllo del territorio, frutto anche di profonda conoscenza del tessuto sociale, che ha spaziato anche sulle vicine Montemarciano e Ancona, dove, ad esempio, è stato rintracciato, a febbraio 2016, un tunisino condannato a 4 anni per violenza sessuale che voleva evitare il carcere cercando di far perdere le proprie tracce. «Falconara – ha detto nel salutarlo il comandante del Norm di Ancona Fabio Ibba  – resta una realtà molto particolare nelle Marche che è stata affrontata in questi anni con professionalità». Carabiniere vecchio stampo, sensibile e attento ai dettagli, schietto e determinato, Frittelli ha dato onore ai suoi uomini: «Ora posso dedicarmi ai miei interessi personali e al volontariato – ha detto – Sapevo che guidare la Tenenza sarebbe stato impegnativo e così è stato ma ho avuto la fortuna di essere circondato da uomini più che competenti». Qualità testimoniate anche dalle menzioni d’onore che sono arrivate in questi anni agli uomini della Tenenza come, ad esempi, gli encomi all’appuntato Carlo Morresi per l’aver salvato, in meno di tre settimane, due aspiranti suicidi dai loro intenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento