Erano chiamati "i maestri del furto", colpivano aziende e depositi: arrestata la banda

I tre banditi sono stati arrestati. Erano specializzati in furti alle aziende e depositi commerciali nell'area industriale di Numana

I tre ladri arrestati

Erano definiti i "maestri del furto", specializzati nei colpi alle aziende ed ai depositi commerciali nell'area industriale di Numana. La banda era formata da due fratelli originari di Catania e un anconetano, tutti residenti nel capoluogo. Nell'ultimo periodo avevano preso di mira la zona industriale, dove riuscivano a rubare indisturbati, colpendo nelle aziende locali e ripulendo la merce in stoccaggio. Le indagini da parte dei Carabinieri di Numana e Camerano, sono nate durante le festività natalizie. Controllati e pedinati, i banditi sono stati sopresi mentre tentavano l'ennesimo colpo. Il blitz è scattato poco dopo mezzanotte, quando i tre erano riusciti a forzare il cancello della ditta "Cantieri Zaniboni", riuscendo a rubare materiale in ferro, alluminio e rame. Dopo aver caricato tutta la merce rubata su un Fiat Ducato, sono intervenuti i Carabinieri che li hanno accerchiati e bloccati impedendo qualsiasi tentativo di fuga. Erano riusciti in poco tempo a rubare merce per circa 3mila euro. I banditi sono stati arrestati ed attenderanno ai domiciliari le decisioni del giudice, previste per questa mattina. Intanto proseguono le indagini da parte dei Carabinieri, che cercheranno di capire se i banditi siano collegati ad altri furti commessi nella zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento