Forza l'alt dei Carabinieri e si lancia dall'auto in corsa, arrestato

Dopo l'arresto, l'uomo ha anche aggredito un militare. Per lui è scattata anche una maxi multa di 5mila euro. L'auto invece è finita in una scarpata

LORETO - Intimano l'alt ad una Renault Clio, che invece di fermarsi forza il posto di blocco e tenta la fuga. Poi, come in una scena di Hollywood, il conducente apre la portiera e si tuffa dall'auto in corsa. E' questo quanto successo nella notte tra domenica e lunedì, in via Buffolareccia. L'automobilista, albanese di 30 anni, residente a Mesagne, con una manovra repentina era riuscito a forzare il posto di blocco, lanciandosi poco dopo dal veicolo in corsa e tentanto di scappare a piedi nella zona del cimitero.

Il giovane, dopo aver perso ogni speranza di sfuggire all'arresto, ha aggredito uno dei Carabinieri, provocandogli una contusione ad una mano. Il 30enne è stato poi portato alla caserma, dove si è rifiutato di collaborare con i militari, evitando di fornire informazioni riguardo la sua presenza in città. Però non è riuscito a nascondere di non aver mai preso la patente di guida e per questo è stato sanzionato con una multa di 5mila euro.  L'arresto è stato convalidato e l'udienza rinviata al prossimo 20 luglio. A suo carico anche un foglio di via obbligatorio per tre anni dal Comune di Loreto. Il suo veicolo invece, dopo essere finito in una scarpata, è stato recuperato e sequestrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento