Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Carabinieri fingono incidente stradale: in arresto tre pusher

L'auto degli spacciatori costretta a rallentare sulla statale 76 a causa della messa in scena dei militari, quindi il blitz. Due di loro risiedevano a Tavernelle. Droga per 7mila euro

I tre spacciatori sono stati colti talmente di sorpresa da non aver nemmeno tentato di nascondere la droga. La trappola è scattata sabato sera, lungo la statale 76, Ancona – Roma, all'altezza di Albacina, frazione di Fabriano.
I tra pusher stavano viaggiano a bordo della loro Skoda, dopo aver fatto rifornimento di stupefacente, quando all'imboccatura di una galleria si sono ritrovati davanti un'auto coinvolta in un'incidente, con tanto di fiaccole a terra e restringimento della carreggiata. Questo fatto, naturalmente, li ha costretti a rallentare: in quel momento dalla finta auto incidentata – in realtà un'auto-civetta – sono spuntati fuori i carabinieri del nucleo radiomobile di Fabriano, al comando del colonnello Luciano Ricciardi, che in un attimo hanno fermato la Skoda e incastrato i criminali.

Nel cruscotto dell'auto, quasi in bella vista, due pacchetti contenenti rispettivamente 65 grammi di cocaina e 50 grammi di eroina, per un prezzo di mercato di circa 7mila euro.
A finire in manette tre cittadini tunisini, tutti in regola con il permesso di soggiorno: M. T., 41 anni, e M. E., 26 anni, residenti ad Ancona, dalle parti del quartiere Tavernelle, e B. T., di 26, residente invece a Montemarciano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri fingono incidente stradale: in arresto tre pusher

AnconaToday è in caricamento