Il generale in vista, premiati i militari eroi dell'incendio 

Tappe ad Ancona e Fabriano per complimentarsi con i militari per le più importanti operazioni dell'Arma durante il 2018

Il picchetto d'onore all'arrivo del generale

Nella mattinata del 29 novembre 2018, il generale di Corpo d’Armata Ilio Ciceri, Comandante Interregionale Carabinieri “Podgora” di Roma, si è recato in visita al Comando della Legione Carabinieri “Marche”, presso la caserma “Burocchi” di via XXV Aprile, per incontrare i militari e i delegati della rappresentanza militare. L'alto Ufficiale è stato ricevuto dal Comandante della Legione, Generale di Brigata Fernando Nazzaro, alla presenza dei cinque Comandanti Provinciali delle Marche, dei Comandanti di alcune Compagnie e Stazioni dipendenti, del personale della sede, di quelli dei Reparti Speciali e di una rappresentanza dell'Associazione Nazionale Carabinieri. Nel corso della visita ha anche incontrato personalmente gli Appuntati Scelti Fabio Russo e Massimo Funari, in servizio presso la Stazione di San Ginesio, che la notte del 18 novembre scorso, nel trarre in salvo un 68enne di Sarnano imprigionato all’interno della propria abitazione
avvolta dalle fiamme, avevano riportato lievi ferite. Il Generale Ciceri, che nella giornata di ieri 28 novembre si è anche recato in visita al Comando Compagnia di Fabriano e alla Stazione di Cerreto d’Esi, ha analizzato con il Comandante della Legione e con i cinque Comandanti Provinciali delle Marche il quadro della situazione della Sicurezza Pubblica nella Regione e i positivi risultati ottenuti dall’Arma sia nell’attività di prevenzione che di contrasto, evidenziando in particolare l’efficacia delle operazioni condotte presso l’Hotel House di Porto Recanti. 

Nonché delle indagini che hanno consentito l’arresto del responsabile dell’omicidio della giovanissima Pamela Mastropietro e dell’autore della strage e del tentato omicidio plurimo - aggravato dalla discriminazione razziale - perpetrato nei confronti di sei cittadini stranieri. È stato inoltre apprezzato lo sforzo operativo posto in essere dai 152 Presidi territoriali dell’Arma presenti nella Legione, che ha consentito un sensibile decremento dei reati, in particolare rapine e furti, e di disarticolare numerosi sodalizi criminali dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nella circostanza il Ciceri ha fornito linee di indirizzo operativo mirate ad aumentare il senso di sicurezza nella popolazione e ha evidenziato il recente invio nelle Marche di 46 militari al fine di intensificare e rendere più efficace il controllo del territorio. Il Comandante Interregionale ha poi ringraziato i militari in congedo dell’Associazione Nazionale e rivolto espressioni di apprezzamento e di stima a tutti i militari dell'Arma che prestano servizio nel territorio della Legione, per il costante impegno profuso nello svolgimento del servizio, esortandoli a continuare ad operare con lo stesso entusiasmo e professionalità, per corrispondere pienamente alla sempre maggiore richiesta di tutela proveniente dalla comunità marchigiana. A conclusione del suo intervento ha formulato ai militari della Legione e ai loro familiari gli auguri per le imminenti festività natalizie.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Terrore in hotel, armato di pistola e coltello tiene in ostaggio due persone

  • Incidenti stradali

    Frontale sulla Flaminia, tre le auto coinvolte: ci sono dei feriti

  • Cronaca

    Nel pollaio tra le galline c'era anche la coca: arrestato un anziano

  • Cronaca

    Il campo sportivo si fa bello, arriva la nuova erba sentitica

I più letti della settimana

  • E' MORTO LORENZO FARINELLI

  • Sente un dolore alla spalla, dopo la visita dal medico si accascia a terra e muore

  • Ancona dà l'addio a Lorenzo, non è finita: «Ora aiutiamo anche gli altri»

  • Come Lorenzo, deve andare in Germania per curarsi: l'appello per Alessandro

  • L'ultimo saluto a "Lollo", fissati i funerali

  • Camionista ritrovato cadavere nella cabina del proprio mezzo pesante

Torna su
AnconaToday è in caricamento