Capodanno al Conero, caos navette e sui social é protesta: organizzatori pronti a rimborsare i biglietti

La protesta corre su Facebook dopo il verificarsi di vari disagi nella notte di San Silvestro per chi è arrivato in macchina per poi prendere la navetta e arrivare alla festa all'Hotel Conero

Giovani in attesa della navetta a Sirolo

Capodanno all’Hotel Monte Conero da ricordare, ma non per tutti. Sicuramente non per coloro che non sono riusciti a raggiungere il party. Il motivo? Sono rimasti a piedi senza possibilità di prendere una navetta. Sì, perché alcuni ragazzi che avevano lasciato l’auto nel park del Comune di Sirolo hanno dovuto aspettare ore per salire su una navetta e alcuni di loro, dopo aver atteso al gelo della notte invernale, hanno rinunciato. Ma ci sono anche comitive rimaste a piedi dopo aver raggiunto gli altri punti di ritrovo, dove però le navette non avrebbero neppure fatto la fermata. Alcuni più intraprendenti hanno raggiunto l’hotel a piedi, non senza correre dei rischi visto che la strada era stretta e priva di illuminazione, altri non sono riusciti ad arrivare all’albergo. E’ questo il quadro descritto nell’evento Facebook del “Capodanno 2018 al Monte Conero”, dove diversi ragazzi hanno espresso tutto il loro disappunto, chiedendo a gran voce la possibilità di essere rimborsati. Una minoranza rispetto al fiume di giovani che per tutta la notte ha ballato all'Hotel Conero, ma pur sempre paganti per una serata a cui non hanno potuto partecipare. 

Le testimonianze

Io e il mio gruppo di amici abbiamo rinunciato a salire perché l'unico modo per raggiungere la festa era la navetta da Sirolo e alle 3 ancora era necessario ammassarsi sulla navetta ancora in movimento per salire, tra spintoni e schiacciamenti - scrive Edoardo sui social - Non è possibile non ci fosse nessuno per mantenere l'ordine ad evitare il caos più totale, ciò immagino rendesse difficile anche il lavoro degli autisti delle navette. Abbiamo comprato un biglietto di 25 euro per vedere due ore di disordine e prendere un po' di freddo. Non è corretto”. Come lui altre persone hanno vissuto ore di disagio, tra cui una ragazza, che ha raccontato come “alle 5,30 di mattina con i miei amici e tanti altri ragazzi ci siamo ritrovati costretti a scendere a piedi la strada che porta al Monte Conero al buio e al freddo tra le macchine che per poco non ci investivano. Ce ne stavamo con le pile dei cellulari accese per farci vedere sul ciglio della strada. Fortunatamente un nostro amico ha chiesto un passaggio di fortuna per andare giù ai piedi del monte a prendere la macchina e poi è venuto a riprenderci”. Addirittura Davide fa una foto a qualche decina di giovani in attesa a Sirolo spiegando: “Questa era la situazione alle 2:46 al comune di Sirolo dove tutti aspettavano la navetta che iniziava a girare dall'1. Io e il mio gruppo di 12 persone dall'1:15 siamo stati ad aspettare 2 ore una navetta che non abbiamo mai preso.

Le scuse e le modalità di rimborso 

Una protesta a cui non si sono sottratti gli organizzatori. Alessandro Sartarelli di “Eventi Divertenti” ha chiesto scusa e si è dichiarato pronto a risarcire tutti coloro che fossero incappati in un disservizio. “Il minimo che possiamo fare è scusarci sentitamente per quanto accaduto - scrive Sartarelli su Facebook - Il nostro partner che ha gestito la situazione navette/parcheggi ha commesso un grave errore. E' certo che ciò non era nelle nostre intenzioni in quanto la nostra mission è quella di farvi trascorrere una serata piacevole, in particolare in questo caso essendo un Capodanno. Quindi il nostro dispiacere ed il nostro disappunto è immenso. Siamo dispiaciuti, rammaricati, delusi, sconcertati. Per questo verrete rimborsati dei biglietti e vi rilasceremo un ticket ospiti per il prossimo evento che organizzeremo”. Come? Chi non è riuscito ad arrivare alla festa e ha ancora il biglietto se lo vedrà interamente rimborsato con la restituzione intera della somma e un ticket ospiti per uno dei prossimi eventi firmati “Eventi divertenti”. Chi invece è entrato dopo disagi con le navette, verrà rimborsato con un buono di pari valore a quanto speso da utilizzare in uno dei prossimi party. Per ottenere il rimborso è necessario inviare copia dei biglietti ad amministrazione@eventidivertenti.it con i riferimenti. “E’ il minimo che si possa fare - continua Sartarelli - per chiedere scusa con dei fatti concreti che testimoniano la nostra assunzione di responsabilità nono stante il disservizio sia stato creato da un partner demandato ad organizzare con attenzione questo servizio logistico”. Così ha già cominciato a rispondere alle prime mail lo staff di “Eventi Divertenti” che comunque resta una solida organizzazione nel campo della movida dal 2003 e che per anni ha garantito lo svolgimento di feste originali ed esclusive e, garantiscono, continueranno a farlo sempre con maggiore attenzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento