La Capitaneria fa brillare alcuni ordigni, nessuno stop alle attività portuali

I militari hanno specificato che non si tratta delle bombe al fosforo di cui si è parlato lo scorso novembre. Le operazioni hanno richiesto lo sgombero della zona di mare interessata per un raggio di 1 miglio

Effettuate oggi dalla Capitaneria di Porto di Ancona le operazioni di bonifica e brillamento di alcuni ordigni bellici. La Capitaneria ha specificato che non si tratta delle bombe al fosforo di cui si è parlato lo scorso novembre.

Le operazioni hanno richiesto lo sgombero della zona di mare interessata per un raggio di 1 miglio dal punto di brillamento, ma non hanno causato nessuno stop alle attività portuali. Un’attività “di tipo ordinario”, secondo la Capitaneria, che non ha interessato l’intervento di altri Enti o forze dell’ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento