Cronaca

Viveva abusivamente in un capanno, aveva con sé una lama e dei cacciavite: denunciato

Gli agenti hanno identificato il romeno che è presente in Italia senza fissa dimora ed è stato portato in Commissariato per accertamenti e denunciato

Il luogo del controllo

Viveva in un capanno con una lama e diversi cacciavite. E’ quanto accaduto ieri ad un rumeno di 35 anni, notato dagli agenti di Polizia del Commissariato di Senigallia di pattuglia in via Arceviese. Proprio lì gli agenti hanno notato l’uomo che, in sella ad una bicicletta, entrava nel parcheggio di un ristorante per poi scavalcare una recinzione ed entrare in un capanno fatiscente con una copertura in plastica. Dentro c’erano sistemati alcuni materassi, alcune vivande ed un fornello a gas. Durante il controllo però gli agenti, oltre ad aver appurato come l’uomo si trovasse in una proprietà privata non sua, hanno trovato un attrezzo multiuso in metallo di colore blu con una piccola torcia a led e una lama con punta acuminata e tre cacciavite di diversa forma e dimensioni. 

Gli agenti hanno identificato il romeno, presente in Italia senza fissa dimora e, considerati i precedenti e l’assenza di motivazioni che ne giustificassero la detenzione, è stato portato in Commissariato per accertamenti e denunciato per porto abusivo di armi ed invasione di edifici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viveva abusivamente in un capanno, aveva con sé una lama e dei cacciavite: denunciato

AnconaToday è in caricamento