Cronaca

Alberi di visciola distrutti, danni per 150mila euro: parte la raccolta fondi

Lanciata una campagna di raccolta fondi su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation

SERRA DE' CONTI - 300 alberi di visciole distrutti, per un totale di oltre 150.000 euro di danni. Senza sapere nemmeno perché. Questo il triste scenario che Luca, Giselle, Carmen e Massimo, titolari delle Cantine del Cardinale - punto di riferimento nell'anconetano per la produzione della celebre "Visciolata del Cardinale", bevanda tipica marchigiana ottenuta nel rispetto della tradizione contadina, da vino, visciole e zucchero, ma anche di grappa, biscotti, miele e colombe pasquali, tutti a base di visciole - si sono trovati di fronte appena qualche giorno fa. Un crudele atto vandalico, che ora rischia di mettere a repentaglio la sopravvivenza stessa delle Cantine del Cardinale, dopo tanti anni di lavoro e sacrificio.

«La prima reazione che abbiamo avuto a seguito dell'accaduto - commenta Luca Cardinali - è stata di assoluto sconforto: siamo una piccola azienda e, per noi, riprenderci da un danno del genere sarebbe troppo oneroso, praticamente impossibile. Pensavamo quindi che fosse inevitabile chiudere i battenti». Quello che però i titolari dell'azienda non si aspettavano è la grande solidarietà ricevuta non solo dalle persone che conoscevano già la cantina, ma da tanti altri marchigiani (e non solo) che hanno scelto di ribellarsi ai delinquenti e agire in prima persona per la difesa della storia e della tradizione contadina del territorio. La visciola, infatti, è una ciliegia selvatica molto diffusa nelle Marche e impiegata per la realizzazione di numerosi prodotti della tradizione, dalla confettura ai liquori. È nata così l'idea di lanciare una campagna di raccolta fondi su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation, con l'obiettivo di recuperare la cifra corrispondente all'ammontare dei danni, che include, oltre all'acquisto e alla messa a dimora degli alberi distrutti, anche la perdita economica della produzione a seguito dell'atto vandalico, stimata per i prossimi 5 anni. Per contribuire alla campagna di crowdfunding: https://www.produzionidalbasso.com/project/ricostruiamo-il-nostro-sogno-le-cantine-del-cardinale-non-si-fermeranno/

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberi di visciola distrutti, danni per 150mila euro: parte la raccolta fondi

AnconaToday è in caricamento