Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Cannabis shop, sequestrati oltre 13 chili: c'è un arresto

L'inchiesta partita da Macerata porta in manette un 51enne anconetano in possesso di una gran quantità di piantine, scatolette e infiorescenze illegali per la legge italiana

L'indagine sulla cannabis light che tra Macerata e Ancona fa scattare l'arresto per un anconetano di 51 anni. L'uomo titolare di uno dei punti vendita dedicati ai prodotti a base di canapa a basso tasso di Thc, il principio attivo della pianta con la foglia a punte, è finito nei guai quando gli uomini della Squadra Mobile di Macerata hanno trovato nel suo negozio oltre 13 chili di marijuana tra piantine e scatolette con infiorescenze.

L'operazione ha portato alla chiusura di due negozi a Macerata e di un altro nel capolugo dorico. La cannabis consentita ha una quantità di Thc superiore a 0,2% ma inferiore a 0,6% ed è considerata light: legale grazie alla legge 242/2016 sulla coltivazione e la filiera della canapa. Al di là della legge il Consiglio Superiore di Sanità ha lanciato l'allarme sul suo consumo perché e chiesto di non sottovalutare "il rischio al consumo di tali prodotti in relazione a specifiche condizioni, quali ad esempio età, presenza di patologie concomitanti, stati di gravidanza/allattamento, interazioni con farmaci, effetti sullo stato di attenzione, così da evitare che l’assunzione inconsapevolmente percepita come ‘sicura’ e ‘priva di effetti collaterali’ si traduca in un danno per se stessi o per altri (feto, neonato, guida in stato di alterazione)”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cannabis shop, sequestrati oltre 13 chili: c'è un arresto

AnconaToday è in caricamento