Cronaca

Stipati nel furgone senza aria né luce: scoperto un traffico illecito di cani

La polizia ha fermato due uomini che viaggiavano sul mezzo con targa straniera. Gli agenti sono insospettiti sentendo i guaiti degli animali

Il furgone con i cani in gabbia

A Senigallia gli agenti di polizia hanno fermato un furgone con targa straniera che viaggiava sulla complanare. Insospettiti dai guaiti che provenivano da suo interno, i poliziotti hanno scoperto un gran numero di cani di diversa razza e taglia stipati in gabbie di medie dimensioni e all'interno di trasportini che stavano viaggiando in condizioni a dir poco precarie. Gli spazi in cui si trovavano gli animali, infatti, erano angusti e il furgone aveva vetri oscurati ed era sprovvisto di un sistema di aerazione. Tutti gli animali venivano dall'Europa dell'Est mentre il mezzo non aveva la documentazione necessaria per la movimentazione di animali e per l'ingresso in Italia.

Il furgone è stato quindi sequestrato e nei confronti dei due trasportatori, 40enni originari dell'Est europa, è scattata la multa per diverse migliaia di euro. Inoltre i due sono stati denunciati per traffico illecito di animali da compagnia (per questo reato è prevista la reclusione fino ad un anno). Tutti i cani sono stati sequestrati dalle forze dell'ordine e sottoposti a controlli per verificarne la provenienza e la destinazione oltre che per controllare il loro stato di salute. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stipati nel furgone senza aria né luce: scoperto un traffico illecito di cani

AnconaToday è in caricamento