Cronaca

Settanta cani e gatti nella casa da incubo, l'appello dell'Oipa: «Aiutateci a portarli via»

L'appello dell'Oipa Ancona: «Possiamo portarli via da lì, ma abbiamo bisogno di affidatari»

Cercano casa circa settanta gatti, cuccioli, giovani e adulti, sequestrati dalle guardie zoofile dell’Organizzazione italiana protezione animali (Oipa) di Ancona. Si tratta di esemplari Main Coon, Siberiani, British, Kurilian Bobtail e British Shorthair e Munchkin (o Gatto bassotto) e loro incroci (GUARDA IL VIDEO). I sequestri sono avvenuti la scorsa estate ma gli animali, scrive l’Oipa in una nota stampa, vivono ancora nello stesso posto in provincia di Ancona e le Guardie zoofile lanciano un appello: «Cerchiamo affidatari».

«Il magistrato ha dato il via libera agli affidi e questi sono molto urgenti, date le condizioni igienico sanitarie in cui ancora vivono questi sfortunati animali», spiega Luana Bedetti, coordinatrice provinciale delle guardie zoofile Oipa di Ancona. «Non meritano di vivere ancora in quello scenario da incubo e per questo facciamo appello a tutti gli abitanti delle Marche e delle regioni limitrofe, soprattutto Emilia e Umbria, affinché accolgano uno o più esemplari. In una nuova casa questi poveri gatti, circondati da cure e affetto, potranno rinascere e dimenticare il passato. Chiediamo a tutti un atto di generosità e solidarietà». La donna li deteneva è ora indagata per maltrattamento e per detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura. 

Per informazioni

Chi fosse interessato all'affido può contattare l'Oipa ai seguenti recapiti:

e-mail: guardieancona@oipa.org,

Tel. 3518861520

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settanta cani e gatti nella casa da incubo, l'appello dell'Oipa: «Aiutateci a portarli via»

AnconaToday è in caricamento